Solo registrandoti puoi accedere a tutti gli articoli e alle utili funzionalità riservate. Cosa aspetti? La registrazione è facile e totalmente gratuita!

Registrati - FAQ sito - Contattaci - Chi siamo

Mercoledì, 20 Giugno 2018 23:10

Approvato il Calendario Venatorio Campania 2018/2019

Scritto da

google+

linkedin

Migliora la preapertura, si perde febbraio

Calendario Venatorio 2018/2019 Campania Nella seduta del 19 giugno scorso la giunta regionale ha approvato il calendario venatorio. I tanti dati raccolti e gli studi effettuati da Federcaccia e dalle altre associazioni venatorie ha permesso di elaborare un regolamento consono all'attuale situazione faunistica della Campania.
Confermati, in gran parte, i periodi di prelievo delle specie cacciabili riuscendo, in alcuni casi, a migliorarli.

Non positivi i dati raccolti sul Moriglione che si aggiunge, assieme al Combattente e Moretta, fra le specie non cacciabili rispetto a quanto preveda la normativa nazionale.

I circa 45mila cacciatori campani, "sentinelle del paesaggio", potranno usufruire di tre giornate di preapertura con la novità del Merlo e del Colombaccio.
Si però febbraio.

Preapertura

Quest'anno le giornate di preapertura saranno 1,5 e 9 settembre in cui sarà concesso l'esercizio venatorio nella sola modalità dell'appostamento.
Le specie coinvolte saranno: Merlo (Turdus merula), Gazza(Pica pica), Ghiandaia (Garrulus glandarius), Cornacchia Grigia (Corvus corone cornix), Cornacchia Nera (Corvus corone) e Colombaccio (Columba palumbus). Nei soli 1 e 5 settembre sarà concesso il prelievo della Tortora (Streptopelia turtur).

Principali periodi di caccia

Nelle zone di protezione speciale, pSIC, SIC, e ZPS la stagione di avvia il 1° ottobre.
  • Dal 16 settembre 2018 al 31 ottobre: Quaglia (Coturnix coturnix), Tortora (Streptopelia turtur). Quest'ultima solo da appostamento;
  • Dal 16 settembre 2018 al 29 novembre: Fagiano (Phasianus colchicus) dal 29 novembre al 31 gennaio 2019 solamente negli ATC in presenza dei piani di prelievo elaborati.;
  • Dal 1 ottobre al 31 gennaio 2019: Alzavola (Anas crecca),Canapiglia (Anas strepera), Codone (Anas acuta), Folaga (Fulica atra), Porciglione (Rallus acquaticus), Germano Reale (Anas platyrhynchos), Gallinella D'Acqua (Gallinula chloropus), Marzaiola (Anas querquedula), Fischione (Anas penepole), Mestolone (Anas clypeata);
  • Dal 1 ottobre 2018 al 29 novembre: Coniglio Sselvatico (Oryctolagus cuniculus),Starna (Perdix perdix - per tale specie l’attività venatoria è interdetta per l’intera annata nelle località Colli Petrete, Croci e Spinosa del Commune di Rocca d’Evandro, ai sensi del primo comma dell’art. 16 L. R. 26/2012 e s.m.i.) sulla base dei piani di prelievo elaborati dagli ATC;
  • Dal 1 obbore 2018 al 31 dicembre: Allodola (Alauda arvensis), Merlo (Turdus merula) e Lepre Comune (Lepus europaeus);
  • Dal 1 ottobre 2018 al 20 gennaio 2019: Beccaccia (Scolopax rusticola), Beccaccino (Gallinago gallinago) esclusivamente in caccia vagante, Frullino (Lymnocryptes minimus) esclusivamente in caccia vagante e Pavoncella (Vanellus vanellus);
  • Dal 1 ottobre 2018 al 31 gennaio 2019: Tordo Bottaccio (Turdus philomelos), Cesena (Turdus pilaris) e Tordo sassello (Turdus iliacus).

Volpe

La Volpe potrà essere cacciata dal 1 ottobre al 31 gennaio 2019 secondo le seguenti modalità:
  1. Dal 1 ottobre al 31 dicembre con e senza l'ausilio del cane da seguita e, anche, in battuta;
  2. Dal 1 gennaio 2019 al 31 gennaio 2019 senza l'ausilio del cane da seguita;
  3. Gli uffici competenzi avranno tempo entro il 30 novembre a disporre le battute, agli autorizzati, per il prelievo della volpa con l'ausilio del cane da seguita dal 1 gennaio 2019 al 31 gennaio 2019.

Cinghiale

I prelievi per la specie Cinghiale (Sus scrofa) saranno disposti dal 1 ottobre 2018 al 31 dicembre 2018, esclusivamente in battute autorizzate.
Fermo restando il numero massimo di giornate, che per la stagione venatoria 2018-2019 sono pari a 30, l’effettiva fruizione delle giornate di caccia alla specie cinghiale (Sus scrofa) viene così modulata: In forma collettiva in squadre autorizzate è consentita:
MeseGiorniN° giornate
Ottobre 20, 21, 27, 28 4
Ottobre
giovedi/sabato/domenica
4, 6, 7, 11, 13, 14, 18, 20, 21, 25, 27 e 28 12
Novembre
giovedì/domenica
1, 4, 8, 11, 15, 18, 22, 25 e 29 9
Dicembre
giovedì/domenica
2, 6, 9, 13, 16, 20, 23, 27 e 30 14
  Totale giornate 30
Caccia al cinghiale occasionale, è consentito l'esercizio venatorio della caccia al cinghiale nei periodi e nelle giornate in cui è previsto l'abbattimento in forma collettiva, esclusivamente al di fuori delle zone destinate alla caccia in battuta. Per cui è contemplata la possibilità, da parte del singolo cacciatore, nell'esercizio di altre forme di caccia, dell'abbattimento del cinghiale.

Selezione

La Caccia di selezione al cinghiale con metodi selettivi, sarà attuata con l’ausilio di arma a canna rigata di calibro non inferiore a 5,6 millimetri con bossolo a vuoto di altezza non inferiore a millimetri 40, dotata di ottica di mira. Il periodo previsto è dal 1° gennaio al 31 dicembre, l’attività venatoria può essere esercitata da un’ora prima del sorgere del sole fino ad un'ora dopo il tramonto e sarà condotta esclusivamente da punti fissi e dal personale individuato dalla normativa vigente

Per maggiori approfondimenti si rimanda alla pagina del download del calendario venatorio campano:

Calendario Venatorio Campania

google+

linkedin



Vota questo articolo
(0 Voti)
Gerardo

Amante del Big Game, sempre aggiornato sulle slug commerciali di tutti i generi e sulla ricarica nel campo della canna liscia. Il suo punto forte é il cinghiale sia con arma liscia che rigata. Aspirante cacciatore col cane da ferma. Dal grosso fagiano al rapido beccaccino. Si cimenta nella ricarica di cartucce dispersanti o long range, infatti a lui non piace seguire lo standard cercando sempre il top per i suoi assetti. In particolar per l' astuta volpe o la veloce lepre.

Per commentare effettua il login, se non possiedi ancora un account registrati gratuitamente