Solo registrandoti puoi accedere a tutti gli articoli e alle utili funzionalità riservate. Cosa aspetti? La registrazione è facile e totalmente gratuita!

Registrati - FAQ sito - Contattaci - Chi siamo

Venerdì, 07 Novembre 2014 00:00

Pulizia delle armi

Scritto da 

google+

linkedin

Quando si utilizza un'arma qualsiasi è importante sia in perfette condizioni poiché il minimo difetto o erosione può degenerare in pericoli incidenti per se e per gli altri.
L'incuria e la trascuratezza sono i peggiori nemici delle nostre armi assieme alla pigrizia.
Un costante controllo come la pulizia al termine di ogni utilizzo o una pulizia saltuaria quando l'arma è conservata comporta diversi vantaggi:

  • Si evidenziano eventuali difetti (ammaccature, ruggine, rigonfiamenti canne);
  • Si riducono le probabilità di guasti meccanici;
  • Si ritarda deterioramento delle armi a causa di corrosioni o ossidazioni;
  • Si allunga la vita stessa dell'arma;


Al primo segnale di malfunzionamento o difetti consulta immediatamente il tuo armaiolo di fiducia prima di utilizzare l'arma.
Una pulizia generica, ma immediata dopo l'uso ha lo scopo di rimuovere tutti i residui corrosivi degli spari, rimuovere la sporcizia, le tracce di sudore delle mani che risulta acido, l'umidità raccolta dall'ambiente o in caso di pioggia che provoca l'ossidazione dell'acciaio provocando la nascita di fastidiose bolle di ruggine. Una specifica pulizia deve essere, invece, fatta quando si conserva l'arma per un periodo medio lungo come può essere il termine della stagione per prevenire che parti in legno o meccaniche possano subire deterioramenti.

Le moderni armi resistono meglio alle corrosioni ed erosioni, ma non per questo vanno trascurate. Molto spesso le moderni armi sono anche più semplici da smontare e ripulire.
Nei libretti d'uso che spesso escono con le armi o i vari manuali disponibili ormai online sui siti produttore d'armi è possibile vedere come smontare correttamente l'arma per una corretta pulizia.


In generale una pulizia generica prevede che il fucile sia pulito e lubrificato nella bascula, nell'asta e nelle canne tramite opportuni scovoli e bacchette. La pulizia deve rimuovere ogni residuo e le canne internamente devono risultare al termine lucenti e cromate. L'uso di pezze e lubrificanti appositi per armi sono l'ideale per rimuovere ogni traccia di sporco e prevenire la comparsa di ruggini. Nei negozi si possono trovare facilmente veri e propri kit specifici per il calibro del nostro fucile.

La pulizia al termine di ogni battuta è fondamentale soprattutto per i semiautomatici a recupero di gas poiché i residui si addensano ostruendo i fori delle canne o rendendo difficoltoso il movimento del pistone di riarmo. L'incuria causa spesso inceppamenti in questi armi con la rabbia che può generare a caccia....

Un buon cacciatore sa tenere al meglio la propria attrezzatura a cominciare dalla più delicata, il fucile.

google+

linkedin

Cresciuto con una passione enorme per la caccia e la natura ha cominciato ad avvicinarsi alla ricarica ed al mondo venatorio grazie al padre. Sempre in cerca di nuovi accorgimenti e prodotti ha pensato bene di creare una community incentrata attorno alla caccia dove apprendere nuove tecniche e scambiarsi opinioni. I suoi carnieri sono spesso vuoti, ma ogni uscita gli regala un'emozione e spesso si perde fra le nuvole ammirando paesaggi straordinari o valutando le condizioni meteo.

Per commentare effettua il login, se non possiedi ancora un account registrati gratuitamente

Ultimi commenti