Solo registrandoti puoi accedere a tutti gli articoli e alle utili funzionalità riservate. Cosa aspetti? La registrazione è facile e totalmente gratuita!

Registrati - FAQ sito - Contattaci - Chi siamo

Martedì, 27 Agosto 2013 00:00

Cacciare il Colombaccio (Columba palumbus)

Scritto da 

google+

linkedin

Colombaccio Diffusissimo, grande possente, ma al tempo stesso scaltro, rapido e soprattutto molto furbo è il Colombaccio una delle prede più ambite dai cacciatori.
Il segreto per la buona riuscita nella caccia al colombaccio è sicuramente la mimetizzazione data la scaltrezza di questo volatile nel riconoscere il pericolo. Assieme ad essa dobbiamo considerare l'abilità del cacciatore, soprattutto nell'attendere pazientemente il momento esatto per colpire. Il tiro al Colombaccio è, infatti, uno dei più difficili ci siano. La mole spesso ci inganna ed il Colombaccio ha un volto molto rapido che arriva anche a 80-90Km/h e possiede, soprattutto, una rapida accelerazione.
Capita spesso, infatti, che sbagliato il primo colpo ed allarmato il Colombaccio sfugge via come una scheggia rendendo difficile l'anticipo decisivo.

Torretta per la Caccia al Colombaccio mimetizzata fra gli alberi Esistono diverse tecniche di caccia al Colombaccio ed esse dipendono se cerchiamo di insediare la preda stanziale, ormai diffuso nel centro/sud, o gli stormi migratori che giungono nel nostro paese da Ottobre/Novembre.
La più tradizionale, soprattutto al centro/nord è sicuramente la caccia con zimbelli o giostre dove si cerca di ingannare il Colombaccio attirandolo con suoi simili. I luoghi più adatti sono il bosco dove si realizzano ottimi capanni ben mimetizzati e spesso posizionati sugli alberi (le torrette) o i campi dopo la mietitura che rappresentano ottime pasture per i columbidi.
L'addestramento dei zimbelli non è semplice e richiede molto impegno da parte del cacciatore tutto l'anno. Tuttavia se fortunati a trovar una buona giornata di passo ci si può parecchio divertire.
Insediare i Colombacci stanziali è davvero una bella sfida e non sempre è redditizia a parte le prime giornate. Il Colombaccio se si sente minacciato tende rapidamente ad allontanarsi cambiando zona ed abitudini. Dopo aver sentito o assaporato le prime fucilate il Colombaccio non è più facilmente avvicinabile ed avrà imparato a ben riconoscere il nemico cacciatore.
Cacciare il Colombaccio stanziale vuol dire studiare la preda, individuare le sue aree di pastura preferite e capire le traiettorie che è solito eseguire. Una volta osservato il Colombaccio va allestito un appostamento temporaneo ben mimetizzato con l'ambiente circostante dove aspettare il transito dei Colombi.
Al rientro, in prossimità di una macchia verde di conifere, in particolare pini, o alti eucalipti è possibile insediare i Colombacci mentre cercano un riparo per la notte.

Negli ultimi anni si è diffusa anche la pratica di caccia vagante in cui ci si sposta per stanar il Colombaccio posato facilmente individuabile dal rumore che compiono le sue ali al momento di involarsi. Basta cercare zone vicine a corsi d'acqua puliti o abbeveratoi tipici del colombaccio per riuscire ad ottenere qualche incontro. La scaltrezza del Colombaccio lo rende però difficilmente avvicinabile e sono necessari buoni riflessi per arrivar al successo.

Dati i tiri spesso difficile e lunghi, la caccia al Colombaccio richiede fucili con canne ben lunghe e strozzate con i calibro 12 e 20 favoriti sugli altri. Anche le cartucce adoperate devono col contenitore e con una dose generosa di pallini. Nel calibro 12 è consigliabile scegliere cartucce dai 34g in su del piombo 7 per i primi giorni sino ad arrivare ai 38g del numero 5 o 3 a stagione inoltrata anche per via del piumaggio folto e la forte ossatura che proteggono e rendono il Colombaccio un ottimo incassatore.

Stiamo attenti a non esagerare. Dosi massicce, oltre i 40g o numerazioni al di sotto del tre per tentar il tiro della speranza sono spesso segnali che stiamo sbagliando qualcosa. La caccia al Colombaccio richiede molta pazienza nell'attendere il volatile a tiro o nel individuare il posto più adatto nell'attenderlo. Bisogna anche cercare di attendere il momento esatto per colpire senza far troppi movimenti o farci individuare dal selvatico.

Pratichi la caccia al Colombaccio? Se si qual è la tecnica che maggiormente usi e che cartucce spari e in quali condizioni?

Caccia in torretta Il Colombaccio scheda dettagliata Cartucce consigliate per il ColombaccioRacconti di caccia al ColombaccioVideo Caccia Colombacci

Specie cacciabili in Italia



google+

linkedin

Per commentare effettua il login, se non possiedi ancora un account registrati gratuitamente

Ultimi commenti