Solo registrandoti puoi accedere a tutti gli articoli e alle utili funzionalità riservate. Cosa aspetti? La registrazione è facile e totalmente gratuita!

Registrati - FAQ sito - Contattaci - Chi siamo

Martedì, 01 Maggio 2018 21:24

L'Emilia Romagna torna sui suoi passi sul divieto del piombo

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
Langhirano ParmaIl 24 aprile la Giunta regionale ha revocato le precedenti disposizioni sull'uso di munizioni di piombo per i piani di controllo ed abbattimento di ungulati nonché la commercializzazione delle carni di quest'ultimi.
A volere la determina è stato il PD con portavoce il consigliere regionale Gianluigi Molinari che si è battuto per eliminare il precedente divieto.

Se da una parte i proiettili monolitici, ovvero privi di piombo, eliminano il rischio di saturnismo queste palle rischiano di prolungare l'agonia degli animali in maniera atroce.
Essendo praticamente indeformabili, in più, le munizioni atossiche sono molto pericolosi per le persone che si trovano nella zona di caccia che possono essere colpiti da rimbalzi accidentali
La regione, in maniera autonoma, si è pronunciata favorevole all'uso del piombo in attesa di un pronunciamento sul tema a livello nazionale da parte dei Ministeri.
Nelle motivazioni delle scelte operate dalla regione vi sono le evidenti dimostrazioni che non esiste è una relazione diretta dell'assorbimento del piombo da parte del corpo umano dalle sfoglie degli animali abbattuti e di contro le pericolosità delle munizioni monolitiche che, urtando ostacoli accidentali, rimbalzano compiendo traiettorie imprevedibili diventando pericolose soprattutto nelle cacciate in gruppo.
BlackHunter

Adoro il vento di bora che soffia sul viso la mattina e sentire lo zirlo prima di vedere la freccia.
Adoro il ruomore nei rami fitti della beccaccia che si invola e adoro la mia squadra di cinghialai number 1

Per commentare effettua il login, se non possiedi ancora un account registrati gratuitamente

Login

Ultimi commenti