Solo registrandoti puoi accedere a tutti gli articoli e alle utili funzionalità riservate. Cosa aspetti? La registrazione è facile e totalmente gratuita!

Registrati - FAQ sito - Contattaci - Chi siamo

Visualizza articoli per tag: cronaca

SIDERNO (REGGIO CALABRIA) - Andavano a caccia vicino a una scuola. Per questo motivo sono state denunciate due persone a Siderno, nel Reggino, entrambe del luogo e rispettivamente di 28 e 32 anni. I due sono stati notati da alcune insegnanti della scuola elementare "Secondo circolo Pascoli" già allarmate dal fatto di aver notato alcuni pallini nel cortile dell'istituto. Le due persone, denunciate poi dai carabinieri di Siderno e del Nucleo Operativo e Radiomobile di Locri, erano impegnate in una battuta di caccia in un bosco poco distante.

Dovranno ora rispondere di accensione ed esplosioni pericolose nonché violazione di domicilio.

I militari hanno inoltre provveduto a sequestrare due armi lunghe e alcune munizioni di vario calibro, tutto detenuto regolarmente. Successivamente, si è provveduto al ritiro cautelativo di altri due fucili con il relativo munizionamento, che erano legalmente detenuti dai due presso le proprie abitazioni.

Pubblicato in Notizie
Sessantenne azzannato al collo e al braccio mentre era nel bosco da solo in cerca di funghi. Una tranquilla giornata all'aria aperta poteva trasformarsi in una strage. L'uomo a poche centinaia di metri dal paese è stato sorpreso alle spalle da un cane o da un lupo, ancora non si sa con esattezza, che lo ha azzannato alla gola. Per fortuna l'anziano è riuscito a svincolarsi dalla morsa e a mettere in fuga l'animale.

Accompagnato da un parente si è poi presentato dal pronto soccorso dove è stato curato con decine di punti di sutura.
Pubblicato in Notizie
Detenzione di armi abusive e ghiri

I carabinieri fermano bracconiere Deteneva illegalmente armi, trappole e ghiri nel congelatore

Continua, soprattutto nel sud Italia ed in particolare in Calabria, la triste usanza di cacciare il ghiro animale particolarmente protetto. Ne avevamo già discusso nell'articolo: Caccia illegale al Ghiro una triste tradizione che continua. Questa volta ad essere scoperto e denunciato dai carabinieri un 62 enne di Badolato (CZ). Ad aggravare la situazione dell'uomo la scoperta di un fucile da caccia cal.12 privo di marca e con matricola abrasa assieme a munizioni per pistola cal. 38 special. L'anziano uomo nascondeva il tutto in un muretto a secco di un terrazzamento di sua proprietà.

I controlli in casa hanno portato anche al rinvenimento di ben trentatré ghiri, specie altamente protetta e a rischio estinzione, eviscerati e congelati assieme a molte trappole per la cattura degli stessi.

Pubblicato in Notizie
Soccorso alpino impegnati nei soccorsi

Soccorso alpino impegnati nei soccorsi Pronto a partire in caso di necessità anche l'elisoccorso

Lunedì, durante una battuta di caccia, nella provincia di Brescia in località Corna Trentapassi, fra Pisogne e Marone, tre cani, di altrettanti cacciatori finiscono in una zona particolarmente ripida. Gli stessi padroni lanciano subito l'allarme preoccupati. Sul posto arrivano gli uomini del corpo nazione Soccorso Alpino, i Vigili del fuoco di Darfo Boaria Terme e uno speleologo del Cnsas.

Un'imponente movimentazione che ha dato il via alla macchina dei soccorsi.

Pubblicato in Notizie
Lupi nordici

Carabinieri in azione Sorpresi a cacciare i cinghiali di notte

Lo scorso venerdì notte, in zona Rancitella nel comune di Urbino, erano già in perlustrazione i carabinieri, per una serie di controlli dopo una serie di furti nel circondario, quando alle ore 23 un cittadino segnalava un'auto aggirarsi fra le strade sterrate dei campi.
Gli agenti hanno subito individuato la vettura sospetta e da li a poco identificato il proprietario ed il figlio appostati con i fucili.

Pubblicato in Notizie
Agenti della polizia provinciale di Vicenza

Polizia provinciale di Vicenza Serrati i controlli

A pochi giorni dalla chiusura generale della caccia continuano i controlli della polizia provinciale di Vicenza per prevenire qualsiasi forma di bracconaggio. In pochi giorni ben tre le persone deferite. Per lo più i reati trattano abbattimento di specie protette o uso di richiami elettronici. A nulla sono valsi gli sforzi e le furberie attuate dai bracconieri per non farsi scovare.

Pubblicato in Notizie
Deteneva un vero e proprio arsenale

Deteneva un vero e proprio arsenale Aveva in casa molti fucili ed oltre 10 mila munizioni

Durante un controllo nell'abitazione di un 50 enne le forze dell'ordine scoprono tre armi non denunciate. In particolare erano tre fucili da caccia di calibro 8, 20 e 24 ereditati dai parenti deceduti, ma mai dichiarati.
L'uomo con regolare licenza di porto d'armi deteneva regolarmente molti altri fucili e carabine, ma continuando i controlli è saltato fuori un vero e proprio arsenale da oltre diecimila munizioni per uso caccia di diverso calibro.

Pubblicato in Notizie
Lupi nordici

Sorpreso nella riserva Fucile, cartucce e prede sequestrate

Un cinquantacinquenne di Bisignano (CS) è stato sorpreso nell'esercizio dell'attività venatoria illegale in località "Sambuco" a Santa Sofia D’Epiro (CS) , all'interno della "Riserva Naturale Regionale del Lago di Tarsia e della Foce del Crati" sito d’importanza comunitaria (Sic) per la rete Natura 2000.

Gli agenti del Comando Stazione di Acri (CS) del Corpo forestale dello Stato durante un controllo di routine si sono insospettiti nel vedere una vettura in sosta lungo una strada poco trafficata.

Pubblicato in Notizie
Pagina 3 di 3