Solo registrandoti puoi accedere a tutti gli articoli e alle utili funzionalità riservate. Cosa aspetti? La registrazione è facile e totalmente gratuita!

Registrati - FAQ sito - Contattaci - Chi siamo

Visualizza articoli per tag: calabria

La stagione di caccia delle barzellette

Calabria stagione di caccia 2020 2021 Con un articolo apparso giorno 1 febbraio sul sito della Regione siamo stati informati, dopo settimane di dubbi e perplessità, che il posticipo concesso inizialmente dal calendario venatorio è stato bloccato per il parere negativo dell'ISPRA.
Quest'ultimo avrebbe tirato in ballo il fatidico comma 2 dell'art.18 della 157/92 che sandisce il 31 gennaio come termine ultimo per il prelievo delle specie cacciabili.
Una palese scusa per scaricare sull'ente ISPRA le colpe di una mal gestione sicuramente, sin qui, tenuta da chi doveva amministrare e garantire lo svolgimento delle attività venatorie.

Facciamo un salto indietro per capire tale affermazioni...

Pubblicato in Notizie
Etichettato sotto
calabria zona arancio caccia atcDopo la Toscana, anche la Calabria riconosce l'importanza della caccia come "stato di necessità per consentire l'equilibrio faunistico-venatorio, limitare i danni alle colture, nonché il potenziale pericolo per l’incolumità pubblica".

Per questo motivo, la Regione Calabria, ha consentito, ai soli residenti, la possibilità di svolgere l'attività venatoria, in forma individuale, anche al di fuori del proprio comune di residenza.

Con l’ordinanza n. 94 del 7 Dicembre, il Presidente della Regione Antonino Spirlì ha autorizzato gli spostamenti ai cacciatori ed anche pescatori amatoriali.

Il rispetto che cacciatori e pescatori hanno sempre dimostrato nei confronti dell’ambiente, unito alla rassicurazione circa il loro comportamento responsabile e rispettoso delle direttive dei governi centrale e regionale, mi hanno spinto ad accogliere le richieste pervenutemi negli ultimi giorni da parte dei vari rappresentanti di categoria.
In un periodo di grande tensione, dovuto anche all’isolamento forzato, poter svolgere attività all’aria aperta e in pieno contatto con la natura non può che essere salutare
." Antonino Spirlì, il presidente (pro tempore) della Calabria
Pubblicato in Notizie
Etichettato sotto

La zona rossa fa discutere sulla attività venatorie, ma per mancanza di provvedimenti specifici

Richiesta riapertura caccia Rocco Palamara Col provvedimento del 3 Novembre e le istituzioni delle così dette zone rosse si sono andate a limitare gli spostamenti delle persone.
Nonostante il decreto prevede la possibilità di svolgere attività sportiva esclusivamente all’aperto e in forma individuale, la caccia è stata fermata poichè quest'ultima non rientra nelle discipline sportive riconosciute dal Coni.

Anche la pesca era stata inizialmente sospesa, ma il governo prontamente ha reso disponibile, nelle sue FAQ, la possibilità di svolgere la pesca, anche per gli amatori. La caccia, invece rimane ferma nell'indifferenza generale della classe politica e tantissimi dubbi, da parte dei cacciatori.

Forse si ritiene più pericoloso recarsi in campagna, sempre all'interno del proprio comune e praticare la caccia in forma individuale, magari in compagnia del proprio ausiliare, che andare a correre nei parchi e zone verde presi improvvisamente d'assalto in questi giorni dagli italiani vogliosi di approfittare del bel tempo e poter uscire di casa.
Pubblicato in Notizie
Etichettato sotto

Si accendono barlumi di speranze

Sospensione caccia ZPS Calabria in attesa di VINCACon la sentenze del 24 settembre il TAR ha modificato il calendario venatorio Calabrese introducendo importanti limitazioni fra quale spicca la divieto di caccia nelle aree ZPS (Calabria, modificato il calendario venatorio 2020/2021).

La Regione Calabria si è però prontamente attività con l'Assessore Gallo che si è impegnato a far redigere il più presto i documenti reclamati dal TAR.

Nello specifico manca il documento sulla valutazione d'incidenza (VIncA particolare tipo di VAS (Valutazione Ambientale Strategica) con il quale, l'autorità competente, è tenuta a realizzare ogni qualvolta un piano o un progetto possa incidere significativamente sulla biodiversità di un sito della rete Natura 2000.

Col VIncA è possibile rivedere la sentenza del TAR e poter riaprire alla caccia le zona ZPS.
L'importanza non è poter andar a caccia, ma aiutare quella poverà ruralità rimasta a sopravvivere non solo dall'emergenza economica in atto, ma anche dalle enormi difficoltà che cinghiali e nocivi creano alle piccole attività agricole.
Pubblicato in Notizie
Etichettato sotto

I siti di Rete Natura 2000 della Regione Calabria

Regione Calabria Siti ZPS SIC e RETE NATURA
Pubblicato in Cacciapedia
Etichettato sotto
Caccia aree ZPSNella seduta del 24 settembre il TAR ha accolto le richieste delle associazioni ambientaliste ed anti caccia ed ha predisposto tre modifiche all'attuale Calendario Venatorio 2020/2021.

Come avvenuto recentemente in Liguria viene sospesa la caccia in tutte le aree ZPS dell'"Area Natura 2000".
Nelle aree ZPS la caccia era già limitata e l'apertura in tali zone era prevista per giorno 1 ottobre. La Regione dovrà effettuare la Valutazione Ambientale Strategica (VAS) per poter comprendere se sussistono le condizioni idonee per poter cacciare nelle aree ZPS.
Sino ad allora è preclusa ogni forma di caccia, nelle aree ZPS, compresa la caccia al cinghiale. Bisognerà pertanto valutare se riorganizzare le squadre.
Pubblicato in Notizie
Etichettato sotto

Parola d'ordine, arginare il problema cinghiale

Calendario Calabria 2020 2021 Giorno 7 agosto su proposta dell'Assessore alle Politiche agricole e sviluppo agroalimentare Gianluca Gallo è stato approvato il calendario venatorio che regolamenterà la prossima stagione di caccia in Calabria 2020/2021.

Particolare attenzione è stata posta all'emergenza cinghiali con un sostanziale incremento del numero di capi da abbattere che passa da 3.000 a 10.000.
Diminuito anche il numero massimo di cacciatori per squadra che passa da 20 a 15 con l'intento di aumentare il numero di squadre presenti sul territorio e la pressione venatorio verso questo ungulato.
Per il resto il calendario ricalca in grandi linee quello dello scorso anno con l'importante novità del cane da riporto anche nel posticipo di febbraio ed una giornata di preapertura dedicata alla quaglia.
Pubblicato in Notizie
Etichettato sotto

Si auspica di lasciare tutto inalterato come la passata stagione....

proposta calendario venatorio calabria 2021In questo triste momento in cui il virus covid-19 è l'attenzione principale si pensa pian piano a ripartire e a disegnare quella che potrebbe essere la futura stagione di caccia in Calabria.

Le associazioni venatorie regionali, FIDC, ANLC, ARCICACCIA, ENALCACCIA, ANUU, ITALCACCIA e E.P.S., si augurano che si possano seguire le medesime proposte dello scorso anno e redigere un calendario venatorio corretto e giusto.
Per tal motivo le associazioni, prendendo atto delle norme di riferimento comunitarie, nazionali e regionali, compresa l'ordinanza del Tar Calabria sul calendario dello scorso anno, hanno avanzato alla Regione Calabria la proposta del calendario venatorio per la stagione 2020-2021.
Pubblicato in Notizie

Giornata di caccia indimenticabile per due uomini di Grotteria (RC)

Cacciatori denunciato cessione illecitaUn anziano cacciatore di 76 anni, lo scorso sabato, si è recato a caccia, fra i comuni di Giffone e Galatro (RC), in compagnia di un giovane amico 35enne.
I due fermati ad un posto di blocco stradale, dai carabinieri della stazione di Taurianova, hanno insospettito gli agenti. Il più giovane, infatti, non era in possesso di porto d'armi ed, addirittura, dal 2011 era sottoposto ad un provvedimento di divieto di detenzione di porto d’arma.

Gli agenti hanno così pensato di seguire i due per rassicurarsi del corretto svolgimento dell'attività venatoria.

I sospetti degli agenti si sono concretizzati quando, l'anziano cacciatore possessore regolare di licenza, durante la battuta di caccia, ha ceduto la sua arma, un semiautomatico calibro 12, all'amico sprovvisto di porto d'armi.
Pubblicato in Notizie
Etichettato sotto

In maniera ufficiosa le associazioni venatorie presentano il nuovo calendario venatorio calabrese

Filippo Cacciatore CalabreseNon è stato ancora pubblicato sul BURC della Regione Calabria, ma il coordinamento delle Associazioni Venatorie Calabresi (Federazione Italiana della Caccia, Libera Caccia, Enalcaccia, Arci Caccia, ANUU Migratoristi, Italcaccia ed EPS) ha anticipato la notizia dell'approvazione da parte della Giunta, nella seduta di venerdì 26, del calendario venatorio che regolamenterà la prossima stagione.

Le associazioni accolgono positivamente il calendario e danno qualche anticipazione interessante.
Saranno tre le giornate di preapertura 1, 7 e 8 settembre in cui, nelle prime due, sarà concesso il prelievo della tortora. Per la gioia di tutti noi amanti dei nostri amici a quattro zampe, sarà concesso l'utilizzo dei cani da riporto, per il recupero dei capi abbattuti, nelle tre giornate di preapertura.
La stagione si concluderà poi il 10 febbraio e sono state mantenute cacciabili le specie Moriglione e Pavoncella nonostante le indicazioni contrarie del Ministero dell'Ambiente.
Nessuna notizia del Colombaccio, vero e proprio protagonista delle preaperture calabresi. Non ci è dato, ancora, sapere se ne sarà concesso il prelievo in preapertura o solamente dal primo ottobre per poterlo poi cacciare in maniera continuativa sino a febbraio. L'addestramento degli ausiliari è già consentito dal 27 luglio e sino al 14 settembre a meno delle giornate di preapertura.
Pubblicato in Notizie
Etichettato sotto
Pagina 1 di 5