Solo registrandoti puoi accedere a tutti gli articoli e alle utili funzionalità riservate. Cosa aspetti? La registrazione è facile e totalmente gratuita!

Registrati - FAQ sito - Contattaci - Chi siamo

Caccia Sicilia Sospesa Quasi tutti i cacciatori siciliani avevano ben accolto il calendario venatorio di quest'anno.
Erano, finalmente, state ascoltate le richieste delle associazioni venatorie e si era giunti ad un calendario congruo alla regione e rispetto dell'ambiente, delle tradizioni e degli agricoltori.

Il calendario andava bene a tutti tranne che alle associazioni venatorie, in particolare Legambiente Sicilia e WWF, che hanno fatto ricorso al TAR per cercare di impedire ed ostacolare il più possibile le attività dei cacciatori.

Una delle cacce più tradizionali più amate dai cacciatori siciliani, quella al coniglio, sarà sospesa per tutta la stagione e molte specie cacciabili a settembre si potranno cacciare solo a ottobre.
Pubblicato in Notizie
Sicilia Non è ancora cominciata la stagione venatorio che in Sicilia viene approvata la delibera n°68/GAB del 7 agosto che rettifica ed integra il calendario da poco pubblicato.

Tre le modifiche attuate che riguardano:
  • Allodola, il cui prelievo viene anticipato di un mese, ovvero, si passa dal precedente periodo 1° Novembre - 31 gennaio al 1° Ottobre - 31 dicembre più in linea con i periodi di transito del selvatico sull'isola.
  • Modifiche anche per il prelievo di Cinghiale e Volpe con la Regione che estende alle ripartizioni faunistiche venatorie la possibilità di disciplinare la caccia, in forma diverse da quelle dell'appostamento, oltre il periodo 1° ottobre - 31 dicembre.
  • La regione vieta la caccia nella località di Porcimene situata nel comune di San Maco D'Alunzio (ME).
    La zona è delimitata da apposite tabelle ed è individuata nella cartografia allegata al decreto.
Pubblicato in Notizie

Migliore su alcuni aspetti...

Caccia Tramonto Lago Sicilia Oggi giorno 6 vede finalmente la luce il Calendario Venatorio Siciliano per la stagione 2018-2019.
Era tanta l'attesa che giorno dopo giorno crescevano anche le aspettative.

Le parti coinvolte si sono finalmente accordate e si è riusciti a redarre un buon calendario. Migliorata nettamente la preapertura con molta libertà, da parte del cacciatore, di scegliere come suddividere le giornate a disposizione sino all'apertura generale. Si perdono delle giornate a Gennaio per il Colombaccio, Gazza, Ghiandaia e Volpe che praticamente vengono "semplicemente" spostate a febbraio.
Si ottiene, quindi, un posticipo che prolunga la caccia sino al 10 febbraio e nelle giornate sottratta a gennaio a queste specie ci si potrà dedicare ad altro.
Pubblicato in Notizie

In alcune aree la notte è un vero e continuo concerto di richiami...

carabinieri forestale palermoSi sta per concludere un mese intenso per gli uomini del Nucleo operativo del corpo forestale intenti ai controlli e alla lotto al bracconaggio ed ai mezzi illeciti di caccia.

Da metà aprile, venti favorevoli, sulle coste del sud italia si può osservare l'incredibile migrazione che porta le quaglie dal nord Africa verso l'Europa. Un fenomeno molto particolare da vedere poichè le quaglie di per sè non sono uccelli molto adatti al volo. Esse, infatti, hanno un corpo relativamente tozzo rispetto alle ali e per questo, durante la lunga attraversata, consumano tantissima energie volando.
Non tutti gli esemplari che partono arrivano a destinazione e molti, appena avvistano la costa, si lasciano quasi cadere sulla terra ferma rimanendo immobili per ricaricare le batterie e solo successivamente dedicarsi alla ricerca di cibo.
Pubblicato in Notizie

Si improvvisano cacciatori in un'area verde della città

Palermo polizia forestale In città, zona Calatafimi, esattamente in via Riserva Reale a Palermo, in un'area verde, alcuni residenti hanno allertato le autorità a causa dei continui colpi di arma da fuoco sparati a ridosso delle abitazioni.
Gli agenti arrivati sul luogo hanno provveduto a fermare tre giovani esattamente di 22, 25 e 15 anni. I tre armati di un fucile calibro 10 e due fucili ad aria compressa, tutti e tre vietati per uso caccia, sparavano per diletto a tutti gli animali che avvistavano.
Sul posto sono intervenuti anche i forestali del distaccamento di Villagrazia.
Pubblicato in Notizie

I furbetti del bollettino praticavano la caccia gratis

Carabinieri indaginiBen 35 le persone denunciate dai Carabinieri Forestali del centro anticrimine natura di Palermo per uso di atti falsi e truffa aggravata ai danni dello Stato e della Regione Siciliana.

Allo scopo di "risparmiare" sui versamenti, necessari per ottenere il rilascio del tesserino regionale e per svolgere le annuali attività venatorie, i furbetti del bollettino falsificavano le attestazioni dei versamenti cambiando i nomi sopra riportati.
Ottenevano, così, con un solo bollettino distinti pagamenti per imbrogliare gli addetti comunali e gli eventuali controlli.

Le indagini hanno consentito di individuare il soggetto che metteva a disposizione gli unici versamenti regolari a partire da questi venivano creati i falsi.
Pubblicato in Notizie

Quando la foga e l'imprudenza prende il sopravvento...

Caccia TragediaQuella che doveva essere una giornata spensierata e allegra, con l'apertura generale della caccia, si è, invece, trasformata in un brutto incubo per i familiari ed amici di Maurizio Colca.
L'uomo di 51 anni è morto per un fatale incidente nelle campagne di Contessa Entellina, in località Santa Maria del Bosco(PA).

Stando alle prime ricostruzioni Maurizio Colca è stato raggiunto da un colpo fatale esploso dall'amico e compagno di caccia.
Non chiare ancora le dinamiche, l'amico cacciatore avrebbe sparato in direzione di una preda proprio in traiettoria con Colca.I soccorsi allertati immediatamente non hanno potuto far nulla se non confermare la morte del cacciatore.
Pubblicato in Notizie

Ok alla pre-apertura, calendario siculo confermato

Caccia tradizionale foto Il TAR di Palermo ha rigettato il ricorso presentato dalle associazioni ambientaliste contro il calendario venatorio approvato dalla Regione Sicilia.
La notizia arriva dalla pagina Facebook dell'assessore Cracolici che difende il calendario venatorio 2017/2018.
Lo stesso Cracoli afferma "il calendario venatorio della Regione Siciliana prevede numerose disposizioni a tutela della fauna rispetto agli anni precedenti, come regimi di tutela particolare per alcune specie migratorie, limitazioni sul turismo venatorio selvaggio, (introdotte per la prima volta in Sicilia) sul numero di capi prelevabili e sulle modalità di caccia (ad esempio allodola in appostamento ed uso del furetto) oltre a prescrizioni speciali nelle zone vicine alle aree interessate dagli incendi: per la prima volta è stata introdotta una fascia di rispetto di 100 metri lungo i confini delle aree colpite dalle fiamme,
Pubblicato in Notizie

Il sindaco, "sono dentro al paese"....

Branco cinghiali A Castellana Sicula, comune della città metropolitana di Palermo, è una vera e propria emergenza cinghiali. Sarebbero ben 10mila la popolazione di cinghiali in zona, ben al di sopra della soglia gestibile. Sempre più in mezzo alle case e alle zone abitate in cerca di cibo. Sono animali selvatici e pericolosi che per cibo sarebbero disposti a tutto. A farne le spese questa volta un piccolo vitello da latte sbranato da un branco di cinghiali (i cinghiali sono animali onnivori che non disprezzano carcasse e piccoli animali).

Quest'atto ha fatto scattare l'allarme generale ed anche il primo cittadino è intervenuto lanciando un vero e proprio sos prima che possa scappare anche il morto come avvenne qualche anno fa nella non lontana Cefalù.
Pubblicato in Notizie

Rimangono a sorpresa le indicazioni della bozza...

Caccia In Sicilia al via Si sperava in qualcosa di buono, ma il nuovo calendario venatorio della Regione Sicilia ripercorre le indicazioni proposte nella bozza che già girava in rete da giorni. Sono tante le novità con ulteriori ed inspiegabili limitazioni.

La più eclatante e contestante e la scelta della regione di proibire la caccia ai non residenti nel periodo di preapertura, come gli ultimi anni, ed anche nei periodi che vanno da 18 al 29 ottobre e tra il 12 novembre e l'8 dicembre 2017.
Tali limiti, ovviamente, non valgono nelle aree destinate alla gestione privata della caccia. In parole povere se vuoi cacciare nei periodi principali devi prenotare in una delle tante aziende faunistiche autorizzate nate negli ultimi anni. Aree private precluse ai cacciatori siciliani che non pagano extra.
Pubblicato in Notizie
Pagina 1 di 2

Login

Ultimi commenti