Solo registrandoti puoi accedere a tutti gli articoli e alle utili funzionalità riservate. Cosa aspetti? La registrazione è facile e totalmente gratuita!

Registrati - FAQ sito - Contattaci - Chi siamo

Lunedì, 05 Giugno 2017 21:28

La carne dei cinghiali abbattuti alle mense Caritas

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
La solidarietà dei cacciatori non ha mai fine
Cacciatori caritas chiediSono sempre più le azioni benefiche che vedono protagonisti i cacciatori e ci sembra il caso di riportarle con il grande merito che contraddistingue i veri cacciatori.

Protagonista l'associazione Libera Caccia di Chieti che, come lo scorso anno, ha replicato l'iniziativa solidale con la collaborazione delle squadre di cinghialai della provincia.
Le carni dei cinghiali abbattuti sono state donate alla Caritas che potrà così sfamare i meno fortunati.

La Caritas, da parte sua, ha deciso di organizzare una cena di ringraziamento presso i locali della comunità "Ali D'Aquila" di Chieti alla quale hanno partecipato organizzando una cena presso i locali della comunità “Ali D’Aquila” di Chieti alla quale hanno partecipato i rappresentanti dell'Associazione Libera Caccia, i caposquadra ed alcuni componenti delle squadre di cinghialai coinvolti.

La Caritas potrà beneficiare del lauto dono per aiutare sempre più persone bisognose presso le proprie mense e si auspica che in futuro l'iniziativa si ripeta.

La Caritas, e i rappresentanti della Libera Caccia, ci tengono in particolar modo a ringraziare tutte le squadre di caccia al cinghiale che hanno contribuito con le loro donazioni, ad aiutare le persone indigenti e le famiglie in difficoltà.
Un grazie speciale e complimenti per la lodevole iniziativa va alle squadre:
  • IL FARO” di Roccaspinalveti;
  • COBRA 11” di Montazzoli;
  • GEPPETTO” di Atessa-Archi
  • I VERI FRATELLI DI ATESSA” di Atessa;
  • ROTELLA” di Atessa;
  • FOLGORE” di Casalbordino;
  • "MUSTAFA’” di Scerni;
  • ARCOBALENO” di Rosello;
  • IL SOLENGO” di Santa Maria Imbaro;
  • BARBANERA” di Bomba;
  • MEDIOSANGRO” di Pennadomo;
  • MADONNA DEL LAGO” di Villa Santa Maria;
  • RAMBO” di Montenerodomo – Colledimacine;
  • MONTEPIDOCCHIO” di Civitaluparella;
  • SAN MICHELE” di Liscia.
BlackHunter

Adoro il vento di bora che soffia sul viso la mattina e sentire lo zirlo prima di vedere la freccia.
Adoro il ruomore nei rami fitti della beccaccia che si invola e adoro la mia squadra di cinghialai number 1

Per commentare effettua il login, se non possiedi ancora un account registrati gratuitamente