Solo registrandoti puoi accedere a tutti gli articoli e alle utili funzionalità riservate. Cosa aspetti? La registrazione è facile e totalmente gratuita!

Registrati - FAQ sito - Contattaci - Chi siamo

Lunedì, 14 Maggio 2018 21:54

M5S aboliremo pre-apertura e prima decade di febbraio nel Lazio

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

google+

linkedin

Roberta Lombardi Contro Caccia LazioIl rappresentante Roberta Lombardi del movimento 5 Stelle risponde sui social ai messaggi ricevuti dai cittadini in merito alla prossima stagione di caccia.
L'ex presidente del gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle, alla Camera dei Deputati, ha espresso la propria intenzione a presentare una mozione per impegnare, il presidente Zingaretti della Regione Lazio, a non prolungare ulteriormente la stagione venatoria. Tra gli obiettivi del partito, infatti, abolire la pre-apertura e la chiusura posticipata a febbraio.

Prontamente le associazioni venatorie: Federcaccia, Libera Caccia, Enalcaccia, Italcaccia e Ente Produttori Selvaggina, preoccupate della situazione si sono rivolte a Zingaretti e ad Enrica Onorati, assessore regionale all'Ambiente, chiedendo maggiori informazioni sulle dichiarazione dell'esponente m5s in merito al calendario venatorio 2018-2019.

I rappresentanti delle associazioni venatorie si sono impegnati a garantire ai cacciatori laziali una dignità ed un trattamento simile a quello di altre regioni.
Il calendario venatorio dello scorso anno ha soddisfatto tutte le categorie d'interesse coinvolte e non si vedono motivazioni per tornare indietro di anni e limitare le attività venatorie già in forte crisi.

Qui di seguito la dichiarazione completa della deputata Roberta Lombardi:
Da diversi giorni ricevo messaggi e mail di cittadini del Lazio giustamente preoccupati per l’approssimarsi della stagione di caccia. A chi mi scrive e a chiunque sia interessato al tema, rispondo che stiamo lavorando ad una mozione per impegnare il presidente Zingaretti a non prolungare ulteriormente la stagione venatoria. Tra i nostri obiettivi c’è infatti l’abolizione delle pre-aperture e della chiusura posticipata a febbraio, ma non solo. La salvaguardia della fauna laziale, era e rimane un punto imprescindibile del programma del Movimento 5 Stelle per la regione. Lavoreremo quindi alla creazione di piani di gestione faunistica nel rispetto delle linee guida regionali ISPRA (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale), migliorando l’intera governance regionale in materia venatoria. Non per ultimo, ci occuperemo dell’esclusione delle specie a rischio (SPEC 1,2 e 3) dall’elenco di quelle cacciabili, premendo per l’adozione di nuovi piani di conservazione. Ne approfitto per ringraziare chi ci scrive per segnalazioni e suggerimenti. Continuiamo a lavorare insieme per creare un Lazio migliore!
<

Ramon

La precisione di tiro,non basta per essere un buon cacciatore. Colui che possiede esclusivamente questa capacità, farebbe bene a restarsene a casa.Ma chi ama la fauna e il bosco anche quando non risplende il fuoco, non si ode il fragore dei fucili e va fuori anche durante il periodo di divieto di caccia, quando la terra e gli alberi sono congelati o coperti di neve, quando il cibo scarseggia, il bisogno è massimo e la morte raggiunge l'animale selvatico. Solo colui che scongiura la morte curando,nutrendo e proteggendo gli animali, merita di essere chiamato cacciatore. Hermann Lons

Per commentare effettua il login, se non possiedi ancora un account registrati gratuitamente