Solo registrandoti puoi accedere a tutti gli articoli e alle utili funzionalità riservate. Cosa aspetti? La registrazione è facile e totalmente gratuita!

Registrati - FAQ sito - Contattaci - Chi siamo

Domenica, 12 Marzo 2017 22:24

S4 90 anni di storia

Scritto da 

google+

linkedin

S4 BPD Uno dei tanti orgogli frutto dell'ingegno e delle abilità dei chimici italiani esperti negli esplodenti. Prodotta dal lontano 1927 negli stabilimenti della Bombrini Parodi Delfino (BPD) di Colleferro divenne particolarmente amata e apprezzata dai cacciatori di tutto il paese che trovavano in questa polvere affidabilità e costanza.

Una delle prime polveri a non temere l'umidità, ma anzi a privilegiarla rivoluzionò in maniera particolare i caricamenti di un tempo effettuati in bossoli di cartone, feltro e chiusure non perfette che mettevano a dura prova le rese delle polveri.
Veniva commercializzate in latte col fondo blu e giallo da 100g, 250g e 1kg.
Nel 1968 la SNIA compro la BPD e mantenne inalterata la produzione di S4 se non per il nome riportato sulle confezioni che riportava la dicitura SNIA BPD.

Succesivamente subentrò la Nobel Sport, nota azienda francese, che continuò a produrre in maniera quasi del tutto inalterata la S4 che nel mentre aggiungeva il suffisso N al suo nome.
S4n Il suffisso N, che contraddistingue anche altre polveri della Nobel Sport, indica, che rispetto all'orginale, il propellente ha subito un particolare trattamento antivampa atto a ridurre o minizzare i fumi. Forse alcuni fra più grandi ricordano le fiammate che alcuni volte si potevano notare sulla bocca delle canne soprattutto all'alba o al crepuscolo.
Oggi giorni la S4N viene commercializzata in scatole in plastica nera da 500g.
Dopo un po' di storia vediamo qualche dettaglio in più su questa polvere.L'S4N è una doppia base (nitrocellulosa e nitroglicerina) di forma lamellare quadrata (1mmX1mm) e di color grigio ardesia (come la grafite). Grazie alla sua forma lamellare cornea e alla doppia base non assorbe facilmente l'umidità ed il suo unico punto debole sono le temperature molto fredde, al di sotto dello 0°, in cui la nitroglicerina gela influenzandone la resa.

Non è una polvere violenta, ma di "media" vivacità e si ben adatta, nel calibro 12, per il confezionamento di munizioni di 31÷33 preferendo, a seconda della dose, un innesco di meda potenza che permetta la completa combustione della dose riducendo al minimo i residui di polvere incombusta.

Può essere ricaricata tranquillamente sia con orlo stellare che con orlatura tonda anche se, data la poca volumità, è preferibile adottare bossoli di 65/67mm per non adottare borraggi troppo alti che possono influire in negativo le prestazioni.

Non è difficile trovare un assetto che vada bene con questa polvere e sicuramente già conoscerai una dosa super collaudata...

Tabella di ricarica
Cartucce e novità con S4

Collezionismo e storia della caccia

google+

linkedin

Cresciuto con una passione enorme per la caccia e la natura ha cominciato ad avvicinarsi alla ricarica ed al mondo venatorio grazie al padre. Sempre in cerca di nuovi accorgimenti e prodotti ha pensato bene di creare una community incentrata attorno alla caccia dove apprendere nuove tecniche e scambiarsi opinioni. I suoi carnieri sono spesso vuoti, ma ogni uscita gli regala un'emozione e spesso si perde fra le nuvole ammirando paesaggi straordinari o valutando le condizioni meteo.

Per commentare effettua il login, se non possiedi ancora un account registrati gratuitamente