Solo registrandoti puoi accedere a tutti gli articoli e alle utili funzionalità riservate. Cosa aspetti? La registrazione è facile e totalmente gratuita!

Registrati - FAQ sito - Contattaci - Chi siamo

erano animati da intenti persecutori nei confronti dei cacciatori

Guardie Venatorie Accanite Contro Cacciatori Sono passati 10 anni, ma alla fine dopo una serie di assoluzioni e prescrizioni sono arrivate tre condanne. Sotto accusa alcune guardie venatorie del WWF ed un'agente, allora, del Corpo forestale dello Stato.
Le guardie, secondo l'accusa, erano guidate da intenti persecutori nei confronti dei cacciatori.
Cercavano, in tutti i modi, di incastrare i cacciatori anche simulando a loro carico reati inesistenti.
Il meccanismo più diffuso era simulare di aver ritrovato o sentito chiaramente i richiami elettromagnetici, illegali per la pratica venatoria, accusando così il cacciatore di turno.
Pubblicato in Notizie

Non sono cacciatore ma chi discrimina una categoria che per i territori è sempre stata una risorsa, solo per questione ideologica; crea solamente danni alle nostre comunità.

Daniele Cusmai LegaRiparte la stagione venatoria in Puglia ed in molte altre regioni d'Italia e nulla sembra cambiato rispetto agli scorsi anni.

Le tante promesse elettorali fatte sembrano essere rimaste tali e Salvini e company, che più di tutti, si sono dimostrati attenti ai problemi del settore venatorio hanno addosso gli occhi di tutti noi cacciatori.
Sarebbe ora di vedere qualcosa di concreto.

La Lega Foggiana si schiera, a gran voce, a favore della categoria venatoria con Daniele Cusmai, Segretario Provinciale Foggia Lega, che tramite i media locali dimostra tutto il suo appoggio ai cacciatori. Una categoria sempre più vittima di licenze costose, spazi e periodi limitati.
Pubblicato in Notizie

Concesso il posticipo, per il resto cambia poco..

Tortora Africane posate su albero in PugliaArriva anche per la Regione Puglia il Calendario Venatorio 2018-2019. Quasi tutto invariato rispetto alla scorsa stagione. Quest'anno si potrà cacciare i corvidi nella prima decade di febbraio e saranno tre le giornate in regime di preapertura.

Un po' discutile la scelta della Giunta di consentire il prelievo del Colombaccio solamente il 1 settembre e poi di nuovo dal 23 settembre.
Praticamente la maggior pressione venatoria sarà concentrata sulla specie Tortora nei giorni di preapertura.

Per i non residenti la caccia negli ATC pugliesi inizierà il 7 ottobre e non potranno usufruire del regime di preapertura.

Di seguito un riassunto del prossimo calendario.
Pubblicato in Notizie

Non si può escludere l’uso dell’arma per difesa personale o, senza colpa, nell’esercizio dell’attività venatoria.

Setter CaneNel 2009, un cacciatore residente nella provincia di Foggia, si è ritrovato a dover difendere il proprio setter durante una battuta di caccia dall'aggressione di un Pitbull libero. Per difendere e garantire l’incolumità fisica dell'amato cane il cacciatore è dovuto intervenire utilizzando il fucile.

La Questura ha però valutato un non corretto impiego dell'arma, legittimamente detenuta, ed ha provveduto a vietare la detenzione di armi e munizioni all'uomo e a revocargli la licenza di porto d'armi.

Dopo anni è finalmente arrivato il giudizio del TAR della Regione Puglia a cui il cacciatore aveva presentato ricorso contro la Prefettura, il Ministero dell'Interno e la Questura.
Pubblicato in Notizie

Autunno Arrivo StorniLa Giunta regionale approva la delibera che consente il prelievo in deroga sino al 14 gennaio 2018 alla specie storno.
Il provvedimento si è reso necessario al fine di tutelare gli agricoltori, in particolare, delle zone tra Bari e Brindisi che negli anni passati hanno sofferto di ingenti da danni alle colture per colpa di questa di specie.

La delibera è anche frutto delle richieste delle varie associazioni di categoria e monitoraggi e studi sul campo sulla presenza abituale dello Storno nella Regione Puglia.

Il prelievo sarà concesso solo ad operatori preventivamente autorizzati e regolarmente iscritti agli ATC per un massimo di 10 capi giornalieri e per un limite massimo stagionale di 30. La caccia sarà attiva nelle aree in presenza di coltivazioni di oliveti e orticole.
Pubblicato in Notizie

Si parte il 17 settembre e si chiude il 31 gennaio 2018 con tre giornate di preapertura..

Caccia appostamentoA inizio mese la Giunta Regionale della Puglia ha approvato il calendario venatorio che regolamenta la prossima stagione di caccia 2017/2018.
Per i residenti la stagione si avvia con l'apertura generale fissata alla terza domenica di settembre. I non residenti potranno cacciare in Puglia a partire dall'8 ottobre.

Le giornate di caccia saranno tre a settimana e vincolate a mercoledì, sabato e domenica. Per i residenti, nel periodo da 2 al 29 ottobre la scelta si estende alle giornate di lunedì, mercoledì, giovedì, sabato e domenica col limite sempre di tre uscite a settimana.
Pubblicato in Notizie

Tempo avverso previsto nei prossimi giorni in tutta Italia e la Regione Puglia decide di sospendere le attività venatorie, in via precauzionale, nei giorni 6,7 e 8 gennaio.
neve italia La decisione presa il 4 gennaio è per evitare casi analoghi al dicembre 2014 in cui le associazioni ambientaliste hanno protestato, in maniera molto attiva, per sospendere la caccia a causa del mal tempo.
Le previsioni meteo dei prossimi giorni preannunciano un freddo siberiano che porteranno le temperature ai minimi registrati da alcuni decenni.

Si prevedono abbondanti nevicate su tutto il terriotorio pugliese e soprattutto delle aree più interne. Le temperature potrebbero scendere a -14° a 1400 metri. Una vera e propria morsa del vento che potrebbe creare forti disagi.

Pubblicato in Notizie

ambulanza barellaFortunato un cacciatore di 47 anni non più in pericolo di vita a Grottaglie. Stava preparando l'area per la battuta di caccia, probabilmente a cornacchie, e per migliorare la visibilità di uno dei suoi stampi ha pensato bene di posizionarlo in cima al palo dell'alta tensione.
Peccato che il suo rudimentale piano gli è costato caro ed è rimasto folgorato.
Per fortuna l'uomo era in compagnia di un altro cacciatore che ha subito avviato la macchina dei soccorsi.

Adesso l'uomo è in riabilitazione dopo aver fortunato ustioni di secondo e terzo grado sul corpo, ma ancora vivo.
Pubblicato in Notizie

Cane salvato da due cacciatori Doveva essere una classica uscita per Davide Vergaro e Salvatore Natalino due cacciatori brindisini, ma una triste sorpresa ha stravolto i loro programmi.
Domenica scorsa sul "classico" posto di caccia in località Santoria Vecchia (BR) i due durante la battuta di caccia sono rimasti attratti da guaiti provenienti da "sotto terra".
Rimossi i massi che chiudevano l'accesso ad un vecchio pozzo in disuso i due si sono ritrovati davanti un povero cane infreddolito ed impaurito. Il simil labrador nero soprannominato "Pluto" è stato così salvato ed adottato dai due cacciatori in attesa di scoprire chi ha avuto il coraggio di compiere quel terribile gesto.
Pubblicato in Notizie

Tordo

Il consiglio dei ministri ha deliberato l'esercizio dei poteri sostitutivi nei confronti delle regioni Calabria, Toscana ,  Liguria, Puglia, Lombardia, Umbria, e Marche  disponendo la modifica dei calendari venatori con la chiusura anticipata della caccia al 20 gennaio 2016 a tre specie, Tordo Bottaccio, Beccaccia, Cesena.

Il Ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti (PD)  si legge su www.governo.it per evitare che il limite al 31 gennaio fissato dalle regioni interessate facesse coincidere la stagione della caccia di una o più specie indicate con il periodo prenunziale o di riproduzione ha disposto la modifica del loro calendario venatorio.
Secondo il Ministro gli attuali limiti di caccia al 31 gennaio comporterebbero una violazione della normativa europea, andando ad aggravare la posizione dell'Italia rispetto all'eventuale chiusura negativa del caso EU-PILOT 6955/2014, avviato dalla commissione europea.

Le regioni dovranno nei prossimi giorni adeguare i loro regolamenti.


Peccato che in gran parte d'Europa, dove quando si parla di caccia siamo gli unici a farne parte, l'attività venatoria si svolge dal 20 agosto al 28 febbraio, con il Tordo Bottaccio cacciabile in quasi tutte le nazioni attorno a noi fino al 28 febbraio!

Anche specie come Cinghiale e Storno considerati nocivi a causa dei danni all'agricoltura e sanitari/igienici in alcuni paesi, come la Francia in caso di necessità possono essere cacciati tutto l'anno.

Le azioni intraprese dal Ministro dell'Ambiente non fanno altro che aumentare la sfiducia nelle persone che lasciano a malincuore il mondo venatorio italiano preferendo i viaggi all'estero.

Pubblicato in Notizie
Pagina 1 di 2