Solo registrandoti puoi accedere a tutti gli articoli e alle utili funzionalità riservate. Cosa aspetti? La registrazione è facile e totalmente gratuita!

Registrati - FAQ sito - Contattaci - Chi siamo

Martedì, 26 Novembre 2013 00:00

Come si ottiene il porto d'armi uso caccia ( primo rilascio )

Scritto da 

google+

linkedin

I giovani che si avvicinano al mondo della caccia e che giunti la maggior età spesso si trovano in difficoltà su dove recarsi e che documenti presentare al fine di ottenere la tanto desiderata licenza di caccia.

Tenendo bene a mente che ci troviamo in un paese dall'alta burocrazia è che in ogni momento puoi chiedere aiuto all'armiere a te più vicino, all'ufficio caccia e pesca della provincia, alla questura o a qualsiasi associazione venatoria del territorio, cercheremo di guidarti sui documenti e sulle procedure che devi seguire.



1. I certificati medici

  • Al fine di conseguire la licenza di porto d'armi ti verrà richiesto un certificato sanitario in bollo rilasciato da un ufficiale sanitario (devi recarti in un ufficio medico legale ASP; a quel punto dovrai fare 2 test, uno psicologico e uno psichiatrico, e se li passi potrai avere il certificato sanitario. Ti verrà richiesta una marca da bollo di 16€ ed un certificato anamnestico fatto dal tuo medico. Puoi ottenere il certificato medico anche in alcune scuole guide dove il medico è dell'esercito

2. Recati presso l'ufficio caccia e pesca della tua zona

  • Qui devi prenotarti all'esame per ottenere l'abilitazione all'attività venatoria. Ti verrà richiesta una marca da bollo da 16€, il certificato medico di "idoneità psicofisica" rilasciato dall'ASL o anche dal medico della scuola guida e compilare un'opportuna domanda. Dopo di che dovrai attendere di essere chiamato per sostenere l'esame. I tempi variano da ufficio ad ufficio e possono passare anche dei mesi. La prova da sostenere può variare da regione a regione, ma in genere consiste di una prova scritta con 20 quesiti sulla caccia da terminare in circa mezz'ora e sui quali potrai al massimo commettere tre errori. Superi i quiz dovrai sostenere una prova orale in cui ti verranno fatti riconoscere alcuni esemplari di uccelli imbalsamati e fatte alcune domande sulla caccia, le armi, le munizioni ed è anche possibile che facciano maneggiare un fucile e caricare i cani esterni.

    Al fine di prepararti adeguatamente all'esame per l'abilitazione preparati i seguenti argomenti:

    - legislazione venatoria nazionale e regionale;
    - zoologia e biologia della fauna selvatica, con prove pratiche di riconoscimento specie cacciabili;
    - armi e munizioni da caccia e relativa legislazione;
    - tutela della natura e principi di salvaguardia della produzione agricola (immissioni faunistiche, prevenzione danni a colture agricole della fauna); - norme di pronto soccorso.

    Al superamento delle prove dovrai consegnare un'altra marca da bollo da 16€ che verrà apposta sull'attestato di abilitazione all'attività venatoria


3. Maneggio delle armi

  • Se non hai prestato servizio nelle Forze Armate o nelle Forze di Polizia ti viene richiesto un certificato di idoneità al maneggio delle armi rilasciato da una Sezione di Tiro a Segno Nazionale nel quale dovrai iscriverti all'UITS, Unione Italiana Tiro a Segno, e fare un po' di pratica con le armi. Ricerca il poligono abilitato più vicino a te e presentati per maggiori informazioni. Ti verrà richiesto il certificato medico, un documento d'identità, il codice fiscale e due marche da bollo da 16€. Per saperne di più: tiro a segno nazionale sezione Milano

4. Documenti da presentare in Questura

  • Ci siamo quasi, ti mancano da preparare gli ultimi documenti e pagare gli opportuni versamenti. La domanda di rilascio per il porto d'armi può essere trasmesso alla questura per via telematica con ricevuta, per raccomandata con avviso di ricevimento o ultima un po' all'"antica", ma sempre affidabile consegna a mano presso l'ufficio caccia della questura con rilascio di ricevuta timbrata e firmata dall'addetto che ha preso in carica la tua pratica.

    Compila la domanda scaricabile dal sito della polizia di stato o da richiedere allo sportello stesso. Assieme alla domanda dovrai presentare:

    - due marche da bollo da euro 16,00 da applicare sulla richiesta e sulla licenza;
    - la certificazione comprovante l'idoneità psico-fisica, rilasciata dall'A.S.L. di residenza ovvero dagli Uffici medico-legali e dalle strutture sanitarie militari e della Polizia di Stato;
    - una dichiarazione sostitutiva di certificazione attestante l'abilitazione all'attività venatoria;
    - la ricevuta di pagamento della tassa di concessioni governative di Euro 168,00 più un'addizionale di Euro 5.16 (come previsto dall'art.24 della legge nr. 157 dell'11 febbraio 1992);
    - la ricevuta di pagamento della tassa di concessione regionale, fissata ogni anno dalle singole regioni;
    - la ricevuta di versamento di Euro 1,27 per il costo del libretto valido 6 anni, da pagarsi per il primo rilascio e alla scadenza dei sei anni,richiedendo all'Ufficio presso il quale si intende inoltrare la richiesta ( Polizia- Carabinieri) gli estremi del conto corrente della corrispondente Tesoreria Provinciale dello Stato (il costo del libretto è di Euro 1,50 per la versione bilingue);
    - due foto recenti, formato tessera, a capo scoperto e a mezzo busto;
    - la documentazione o autocertificazione relativa al servizio prestato nelle Forze Armate o nelle Forze di Polizia o certificato di idoneità al maneggio delle armi rilasciato da una Sezione di Tiro a Segno Nazionale;
    - una dichiarazione sostitutiva in cui l'interessato attesti:
    di non trovarsi nelle condizioni ostative previste dalla legge;
    le generalità delle persone conviventi;
    di non essere stato riconosciuto "obiettore di coscienza" ai sensi della legge n. 230 dell'8 luglio 1998, oppure di aver presentato istanza di revoca dello status di obiettore presso l'Ufficio Nazionale per il Servizio Civile (Organo della presidenza del consiglio dei ministri), ai sensi della legge n. 130 del 2 agosto 2007.

    Per saperne di più: Sito polizia di stato.



Allo sportello armi della questura riceverai una ricevuta, NON PERDERLA, e ripasso dopo qualche giorno a controllare se la tua licenza di porto d'armi è pronta.

Sappiamo bene che non è facile ottenere il porto d'armi e che c'è una bella perdita di tempo nonché di denaro, ma speriamo di averti aiutato. Nella sezione cacciapedia trovi alcune guide interessanti che ti possono aiutare sia a sostenere gli esami per l'abilitazione sia ad aiutarti ad avviarti al meglio all'attività venatoria. Per qualsiasi domanda non esitare a contattarci, a commentare questo stesso articolo o a frequentare il forum o la nostra pagina facebook per maggiori informazioni o consigli

In bocca al lupo!

google+

linkedin

Cresciuto con una passione enorme per la caccia e la natura ha cominciato ad avvicinarsi alla ricarica ed al mondo venatorio grazie al padre. Sempre in cerca di nuovi accorgimenti e prodotti ha pensato bene di creare una community incentrata attorno alla caccia dove apprendere nuove tecniche e scambiarsi opinioni. I suoi carnieri sono spesso vuoti, ma ogni uscita gli regala un'emozione e spesso si perde fra le nuvole ammirando paesaggi straordinari o valutando le condizioni meteo.

Per commentare effettua il login, se non possiedi ancora un account registrati gratuitamente