Solo registrandoti puoi accedere a tutti gli articoli e alle utili funzionalità riservate. Cosa aspetti? La registrazione è facile e totalmente gratuita!

Registrati - FAQ sito - Contattaci - Chi siamo

Ultime notizie

Notizie

Il primo cittadino firma ordinanza che vieta la caccia al cinghiale nel territorio comunale

Atri Stop Caccia Cinghiale Troppe segnalazioni giunte all'amministrazione comunale da parte dei cittadini su cani e cacciatori troppo vicini alle case.
Per liquidare il problema il sindaco ha così deciso di bloccare tutte le attività di caccia al cinghiale "ai fini della tutela della pubblica incolumità”.

I cacciatori al quanto infuriati credono sia un'ordinanza senza alcun senso e che non comporterà altro che aumentare il problema dei cinghiali già abituati a vivere a ridosso delle case.

L'ordinanza non terrà neanche a bada i vari bracconieri che, infischiandosene delle leggi, non mancano in zona.

Lascia il fucile carico a 15enne, cacciatore denunciato

Piemonte, i cacciatori sparano agli animali in fuga dalle fiamme

Cosa spariamo

APE CACCIA T1 32g NERA Continuiamo a parlare di APE (Aurelio Perna), lo storico marchio calabrese, adesso acquisito da Rocco Zoccoli, ha ripreso la produzione riproponendo la serie di munizioni tanto apprezzate dai cacciatori nelle principali tipologie di caccia.
Oggi le cartucce APE sono prodotte e distruite principalmente dalla Romana Munizioni ed è possibile reperirle un po' in tutta Italia, anche se sono diffuse principalmente al sud ed in particolare in Calabria.

Fra la serie la "nera" era la più apprezzata dai cacciatori per la piccola migratoria grazie al prezzo economico e dalla resa piuttosto costante con i climi tipici del sud.

L'attuale APE Caccia ha molto in comune con la vecchia. Per i più nostalgici le differenze sono davvero poche col bossolo nero T1 che riporta il logo del marchio in color argento.
Provate ad Allodole e Tordi hanno ben reso. Ottime col clima mite tipico delle giornate autunnali del sud e micidiali nelle giornate fredde con poca umidità dove hanno fatto riscontrare degli bellissimi tiri anche nelle medie e lunghe distante.

Nobel Sport Collezione Speciale Coturnice 37g recensione

Recensione Baschieri & Pellagri Slug Target 12/65 28g

Dettaglio Polvere B&P G2000La serie G2000 della Baschieri & Pellagri propone due tipi di polvere vivaci per caricamenti leggeri. La prima è la G2000x24 leggermente più vivace ed adatta per un range di caricamento di 24÷26 e la G2000X28 tarata per i 28g.

Come tutte le B&P anche la G2000 è una doppia base modificata alla nitrocellulosa e nitroglicerina.
Come puoi constatare dall'immagine della polvere la G2000 è caratterizzata da lamelle di forma quadrata di circa 1,4mm di lato ed uno spessore di 0,25mm di colore verde/grigio. Si adatta al caricamento di cartucce destinate principalmente per il tiro o per la piccola migratoria. Come tutte le Baschieri & Pellagri col giusto assetto si adatta bene ad ogni clima e situazione. Privilegia il fresco o il caldo secco o leggermente umido. Ideale per cartucce leggere con buona velocità iniziale, intorno ai 400-415 m/s) e pressioni contenute.

Nuova Gm3 "New" 2017, la Nobel Sport rinfresca e migliora la famosa polvere

Polvere Bofors Jk8

C7 32gTrovare una cartuccia che vada bene in preapertura è sempre molto difficile. Il caldo e l'umidità non aiuta e si finisce quasi sempre per ammattarsi. In molti puntano su cartucce veloci e poco piombo ripiegano sulle cartucce da tiro 28g, ma son sempre un'incognita. A volte vanno a meraviglia altre volte no e ci fanno arrabbiare.

Una cartuccia molto diffusa dalle mie parti per la caccia settembrina è la NSI Classica 32g. Questa cartuccia, caricata con la C7, è ideale nelle belle giornate e soleggiate e con la quale è possibile ottenere buone velocità e pressioni contenute.
Altra caratteristica della Classic è la borra tubo che permette di ottenere rosate compatte molto utili sui Colombacci e Tortore.

Sono partito proprio da questa munizione e con un paio di prove sono finalmente riuscito ad ottenere una cartuccia che mi soddisfava come rosata.

Come sostituire i vecchi inneschi 6,45 con inneschi moderni

Caricamento Pallettoni con DN punto nero

Armi

In questa sezione troverai tante notizie sul mondo delle armi, ma cosa più interessante le recensioni degli utenti stessi sulle loro armi. Se vuoi raccontarci la tua esperienza con le tue armi iscriviti alla Community o contattaci

La maggior parte delle licenze di porto d'armi rilasciate in Italia sono per uso sportivo o uso caccia. I possessori di tali licenze sono obbligati ad ottenere l'attestazione di idoneità psicofisica e di non soffrire di patologie che possano offuscare la capacità di intenere e volere e non risultare dipendenti da alcool o droghe.

In più l'Italia regolamenta in maniera abbastanza precisa il possesso delle armi, tuttavia soventemente ci assalgono parecchi dubbi su quello che possiamo fare e/o detenere in Italia.
Spesso quello che sappiamo sulle armi è per sentito dire o per luogo comune. Abbiamo pensato, quindi, di cercare di far chiarezza in merito racchiudendo le principali domande per rendere disponibile a chiunque tutto quello che deve sapere sulle armi, sulla loro detenzione e sulle relative munizioni....

Direttive rilascio licenza porto d'armi

Benelli Ethos 28 il primo magnum della categoria

Un prelievo scrupoloso ed attento per rafforzare le specie e garantirne il giusto equilibrio

Cervo Caccia SelezioneLa caccia di selezione, in italia, è generalmente svolta agli ungulati (cinghiali, caprioli, daini, cervo, camoscio e muflone) ed è un'importante utilità per la gestione della fauna sul territorio.
Per esercitare la caccia di selezione è necessario sostenere uno specifico esame di abilitazione successivamente aver conseguito l'esame per la licenza di porto di fucile ad usa caccia.
Tale esame prevede una prova scritta ed una orale e viene svolto dalla provincia. Le materie oggetto della prova sono biologia, comportamento e riconoscimento delle varie specie, conoscenza delle normative ed una prova pratica sui campi da tiro.

Come cacciare la Tortora

Calcolatore costo ricarica cartuccia slug

Sono sempre più frequenti gli avvistamenti vicino le case dei Cinghiali e spesso si finisce per sottovalutarli

Cinghiale con piccolo Ci stiamo abiutando a vedere Cinghiali a rovistare nei nostri rifiuti e a gironzolarsi curiosi per strada che ci sembrano quasi degli innocui cagnoloni da accarezzare. Se ti dovesse capitare di incontrarti faccia a faccia con un Cinghiale cosa pensi di fare? Lasciatelo dire da chi per cacciarli col tempo ha imparato a conoscerli bene....

Il Cinghiale ama i posti riparati e ben nascosti e solo per cercare cibo si espone anche avvicinandosi alle aree urbane. Il Cinghiale è un animale diffidente, risulta difficile avvicinarlo senza problemi e se si dovesse sentire minacciato non esita a reagire usando le sue possenti e taglianti zanne.
Purtroppo abbiamo sicuramente leggo o sentito ai tg di qualche attacco all'uomo a volte con conseguenze purtroppo mortali.

La battaglia dei risicoltori contro i Fenicotteri

Il satellite per censire gli uccelli a rischio estinzione

Una giornata divertente alle "mangia botte"

Caccia Migratoria Calabria Allodole Tornare nella mia bella Calabria è sempre un'emozione e se è periodo di caccia non posso lasciarmi scappare l'occasione. Quest'anno il mio primo giorno di caccia è stato il 4 novembre.
Il passo sin ora non è stato un gran chè in Calabria. Mio padre ha la fortuna di frequentare appena può, ma l'annata è stata proprio nera con le allodole quasi del tutto assenti ed i tordi ancora rari.

Nei giorni precedenti il tempo è andato migliorando ed e la rosa dei venti si è spostata verso il nord, nord est. Bel tempo senza neanche una nuvola, ma con freddo pungente. Queste condizioni sono, in genere, ottime per il passo in Calabria.

Dopo aver valutato il meteo e avendo a disposizione una splendida montagna decidiamo di optare per la montagna. Partiamo la mattina presto, a guidarci una luna piena stupenda che illumina tutto a giorno e regalando uno scorcio di stretto magnifico.

A caccia in Calabria a Beccacce col .410 e Springer

Cinghiale record da 180Kg a San Nicola di Caulonia

Caccia eco sostenibile, impegnativa, ma molto divertente...

Il nostro bravissimo Dany92 col suo nuovo canale Youtube, Emozioni di Caccia, ci catapulta nel mondo della caccia alle Cornacchie. In passato avevamo dedicato una piccola guida su come cacciare la Cornacchia una preda molto abile ed intelligente.
La caccia alle cornacchie è impegnativa, ma di un'importante utilità sia per gli agricoltori e loro colture che, al tempo stesso, al corretto equilibro naturale. Le cornacchie, infatti, insieme ad altre specie come, ad esempio, Gazza Ladra e Ghiandaia rientrano fra le specie ritenute nocive poiché prosperano a discapito di tutte le altre specie (Passeri, Merli, Fagiani, Quaglie...) di cui preda le uova o si nutre dei piccoli.

La caccia alla Cornacchia si propone degli obiettivi eco sostenibili, tuttavia molti cacciatori la snobbano perché richiede preparazione, pazienza e non sempre può portare a buoni frutti. Anche le carni delle Cornacchie non sono molto apprezzate perché dure e da molti considerate "sporche" perché la Cornacchia è uno spazzino e si nutre di ogni forma di cibo.

Video preapertura Colombacci Sicilia

Video istruttivo su cosa sia realmente la caccia

Ricetta Colombaccio Umido con patate Il Colombaccio è una delle mie prede preferite, ma cucinarlo non è sempre facile. Le sue carni non sono molto grasse e se non ben cucinate possono risultare stoppose o dure.
I Colombacci più piccoli sono sicuramente più teneri, ma gli adulti di due o più anni di certo non si addicono allo spiedo e devono essere opportunamente preparati e cotti per più tempo a fuoco lento.

Mia madre col tempo ormai è diventata bravissima e a casa ci delizie con ricette sempre diverse, ma simili.
Oggi ti propongo l'ultima variante che prevede di cucinare i colombacci con poca acqua a lento fuoco e patate (non guastano mai)...

Colombaccio alla cacciatora con funghi porcini e pancetta

Erbe aromatiche e spezie: usi e proprietà

Tutte le nostre prede sono uniche, ci regalano emozioni uniche e straordinare, ma ce ne sta una particolare di cui forse non possiamo farne a meno.Beccaccia in pastura
Si tratta della beccaccia, già il nome sembra un programma, che da sempre ispira parecchi cacciatori ed artisti. Soprannominata Regina del Bosco, la Beccaccia è il selvatico più amato dai cacciatori italiani, ma è anche fra i più difficili.

La regina, infatti, tende a nascondersi nei posti più fitti e impervi del profondo bosco dove solo dopo aver faticato assieme al suo fidato cane il cacciatore può scovarla. Occhio alle padelle!, non è sempre detto sia facile il tiro, fra rami e cespugli far centro non è sempre facile...

Alla Beccaccia sono stati dedicati molti quadri e poesie, ma riportiamo una simpatica citazione che si immedesima nel pensiero del selvatico...

Spiegare il gusto della caccia

I 10 comandamenti del buon cacciatore

Cane felice con ossoLa cura del nostro amato cane inizia dall'alimentazione che ha regole molte diverse dalle nostre. Nell'articolo gli alimenti da evitare per il nostro amato cane abbiamo già visto un elenco di alimenti assolutamente da evitare o ridurre. Qui vedremo, invece, alcuni alimenti che possiamo dar al cane senza problemi ricordando sempre di evitare le esagerazione e che il digiuno spesso è la miglior medicina per il nostro cane per guarire da problemi gastro intestinali.

Cosa possiamo dar al nostro cane? Carni magre ovviamente e frattaglie dovrebbero essere la base della dieta del nostro cane. Non esageriamo col fegato, molto amato dal cane, è ricco di vitamina A che in dose elevate non va bene. Ottimo il pesce in maniera saltuaria. Consumare troppo spesso pesce può, a lungo andare, creare carenze di tiamina al cane. Evitare gli insaccati ricchi di sale, grassi e conservanti.

Gli alimenti da evitare e da preferire per il nostro amato cane

Come scegliere i croccantini per il cane

Tactical

La sezione dove puoi trovare utili consigli sull'equipaggiamento per la caccia, il tiro o softair

Tranquillo, non sono uscite ulteriore spese o tasse da pagare, ma "
Per fare il cacciatore ci vuole il portafoglio!
" è un vecchio detto dei nostri cari nonni cacciatori che durante la lor gioventù hanno vissuto un periodo povero e difficile.
Sto parlando del periodo in cui il bossolo si ricaricava una decina di volte o più prima di essere gettato, le borre si facevano con la crusca o segatura ed i pallini si facevano in casa fondendo il piombo per effetto colatura. Dai racconti di quei periodi, se ci fai caso, spesso è sottolineato quanto fosse importante non sprecare le munizioni cercando di sparare a fermo o, ad esempio sulle allodole, cercare di colpire nel "mucchio" per fare più prede possibili.

Allora forse la tassa per pagare il porto d'armi era poco costosa, o a volte non c'era, ma tutto il resta incideva molto sul portafoglio considerando che la caccia un tempo era sostentamento e mezzo per procurarsi il cibo e non un hobby o meglio una passione come oggi.
A distanza di tanti anni il detto non esser cambiato! Ogni anno affrontiamo molte spese per andare a caccia fra tasse, assicurazioni, abbigliamento, carburante e cartucce sempre più care il conto a fine stagione è salato, anzi salatissimo.

Action camera 4k Q6

Attacco magnetico per fucile OLIGHT mod. X-WM02

Collezionismo e storia della caccia

In questa sezione potrai trovare tanti articoli e notizie sul passato della caccia. Vecchie polveri, vecchie cartucce e stampe d'epoca che raccontano come la caccia si è evoluta nel corso degli anni. Se hai informazioni o materiale per arricchire la categoria non esitare a commentare i vari articoli o a contattarci tramite l'apposita sezione contatti.

Il Nettuno più famoso nel mondo della caccia...

Vecchia MB Gigante BEIGE CartoneContinuiamo a rispolverare i grandi successi venatori del passato e, questa volta, abbiamo puntato il dito su una cartuccia che non ha bisogno di presentazione e che più grandicelli di noi ha sparato sicuramente almeno una volta nella propria carriera. Sto parlando della MB Gigante cavallo di battaglia della B&P e tutt'ora in produzione.
Nel corso degli anni ha sicuramente subito modifiche aggiornandosi e proponendo il massimo, ma il Nettuno, tributo di uno dei simboli di Bologna che ospita storicamente la sede della ditta, è rimasto sempre presente.
L'attuale versione, qui la versione precedente, usa componenti moderni come il bossolo gordon in plastica e l'MBX32, ma mantiene borra feltro ed orlo tondo che hanno da sempre esaltato questo caricamento.
Proprio l'insieme feltro e chiusura orlo tondo ed i suoi 32g rappresentano il giusto equilibrio per i tiri sulle medie distanze con qualche buon esito anche in eventuali tiri lunghi appena oltre i 30metri.

PM34 demi magnum SNIA

S4 90 anni di storia