Solo registrandoti puoi accedere a tutti gli articoli e alle utili funzionalità riservate. Cosa aspetti? La registrazione è facile e totalmente gratuita!

Registrati - FAQ sito - Contattaci - Chi siamo

Vanno aggiunti ulteriori vincoli e maggiori controlli

La parlamentare ed attivista Michela Brambilla si fissa l'obiettivo di abolire la caccia nei prossimi anni. Nel mentre propone di introdurre nuove limitazioni e controlli più severi nell'attività venatoria.
L'attivista e presidentie del Movimento Animalista, in questi giorni ha presentato tre nuove proposte di legge atte a raddoppiare le distanze di sicurezza; vietare la caccia la domenica; punire più severamente i bracconieri.

L'obiettivo del partito è arrivare ad impedire proprio l'apertura della stagione venatoria considerata inaccettabile con la persecuzione di povere creature indifese.
Secondo Brambilla ogni stagione vede i cacciatori uccidere sino a 400-500milioni di animali e le attuali normative sono datate ed inaccettabili.

Se le norme proposte dall'attivista dovrebbero passare la caccia davvero rischierebbe di chiudere.

L'occhio dominante e la nostra insicurezza giocano un ruolo chiave

Doppietta Tradizionale Cal12 Esistono due modi per poter sparare. Uno più intuitivo è chiudere un occhio e concentrarsi sul mirino ed il bersaglio l'altro è tenere gli occhi aperti in ogni istante.
Io stesso, in maniera del tutto automatica, tendo spesso a tenere gli occhi aperti e chiudere nell'ultimo istante prima dello sparo l'occhio opposto alla spalla dove è poggiato il fucile per determinare la linea di tiro e ben focalizzare dove si trova il fucile rispetto al selvatico. Questo mi crea una sorta di "falsa sicurezza" perchè, se da un lato mi dà la sensazione di pieno controllo, al tempo stesso mi riduce la percezione di profondità e velocità del bersaglio.
Ovvio nulla che mi permetta di non centrare il selvatico, ma in qualche modo mi sto precludendo alcune facilitazioni che la vista binoculare è in grado di offrirci.

Quando, invece, spariamo con gli occhi aperti ben il 90% della nostra vista si focalizza sull'uccello o cinghiale di turno mentre il 10%, senza accorgercene, rimane consapevole della linea di tiro e dove si trova il mirino rispetto al bersaglio.
Domenica, 23 Settembre 2018 11:46

Hermann Lons e la caccia

Scritto da

Il poeta della brughiera

Hermann Lons Poeta CacciatoreHermann Lons è stato un giornalista e scrittore tedesco. È famoso per i suoi romanzi e poesie che celebrano la gente e il paesaggio delle brughiere della Germania settentrionale, in particolare la brughiera di Lüneburg nella Bassa Sassonia. Era un accanito cacciatore e storico naturale. Non riusciva a stare troppo a lungo lontano dai suoi magnifici posti di caccia.
Morì in combattimento durante la prima guerra mondiale.

Dai suoi tempi la caccia è parecchio cambiata, ma soprattutto è cambiato come la gente si interfaccia col mondo rurale, la natura e il mondo venatorio.

erano animati da intenti persecutori nei confronti dei cacciatori

Guardie Venatorie Accanite Contro Cacciatori Sono passati 10 anni, ma alla fine dopo una serie di assoluzioni e prescrizioni sono arrivate tre condanne. Sotto accusa alcune guardie venatorie del WWF ed un'agente, allora, del Corpo forestale dello Stato.
Le guardie, secondo l'accusa, erano guidate da intenti persecutori nei confronti dei cacciatori.
Cercavano, in tutti i modi, di incastrare i cacciatori anche simulando a loro carico reati inesistenti.
Il meccanismo più diffuso era simulare di aver ritrovato o sentito chiaramente i richiami elettromagnetici, illegali per la pratica venatoria, accusando così il cacciatore di turno.
Sabato, 22 Settembre 2018 18:14

Spaniel, Cocker VS Springer quale scegliere?

Scritto da

Fra gli spaniel più popolari ci sono gli springer ed il cocker. Ecco i pro ed i contro di queste razze

Spaniel Cani StraordinariLo spaniel è un tipo di cane da caccia impiegato già nel tardo XVII secolo e col tempo si sono specializzati razze da terra e razze specializzate in acqua.
Il Irish water spaniel, ad esempio, veniva usato già nelle battute di caccia agli acquatici con arco e frecce per recuperare gli animali da laghi e fiumi.
Gli spaniel di terra, invece, si sono specializzati nei terreni più difficili "strisciando" letteralmente in avanti nei posti più fitti dimostrandosi battitori straordinari per fagiani e pernici.

Fra gli spaniel più popolari vi sono i cocker e gli springer. I primi sono nettamente più diffusi, ma è difficile distinguere chi li usa per la caccia o chi semplicemente li tiene per compagnia.