Solo registrandoti puoi accedere a tutti gli articoli e alle utili funzionalità riservate. Cosa aspetti? La registrazione è facile e totalmente gratuita!

Registrati - FAQ sito - Contattaci - Chi siamo

Mercoledì, 04 Ottobre 2017 09:02

Puglia, si a deroga per la caccia allo storno

Scritto da
Autunno Arrivo StorniLa Giunta regionale approva la delibera che consente il prelievo in deroga sino al 14 gennaio 2018 alla specie storno.
Il provvedimento si è reso necessario al fine di tutelare gli agricoltori, in particolare, delle zone tra Bari e Brindisi che negli anni passati hanno sofferto di ingenti da danni alle colture per colpa di questa di specie.

La delibera è anche frutto delle richieste delle varie associazioni di categoria e monitoraggi e studi sul campo sulla presenza abituale dello Storno nella Regione Puglia.

Il prelievo sarà concesso solo ad operatori preventivamente autorizzati e regolarmente iscritti agli ATC per un massimo di 10 capi giornalieri e per un limite massimo stagionale di 30. La caccia sarà attiva nelle aree in presenza di coltivazioni di oliveti e orticole.
Lunedì, 02 Ottobre 2017 20:22

Caccia vicino le case, scoppia lite e gli spara

Scritto da

La Spezia imbraccia il fucile e spara al culmine di una lite

Lite Cacciatore SparaL'episodio è avvenuta a Tavolara nei pressi di Sarzana a La Spezia. Non sono ancora chiare le dinamiche, ma un'ennesima lite fra Jamaal Madboui, marocchino 47ene sposato e con tre figli ed il cacciatore Daniele Rustighi 59enne di Castelnuovo è terminata con un colpo di fucile sparato dal cacciatore e che ha raggiunto all'addome Jamaal.
L'uomo è in gravissime condizioni ed è stato subito trasportato in elisoccorso al Noa di Massa.

Il Cacciatore sarebbe prontamente fuggito, ma alcuni testimoni hanno indirizzato i carabinieri verso l'abitazione dell'uomo. Rustighi ha dapprima negato, ma di fronte alle evidenze ha confessato l'accaduto.
La maggior parte delle licenze di porto d'armi rilasciate in Italia sono per uso sportivo o uso caccia. I possessori di tali licenze sono obbligati ad ottenere l'attestazione di idoneità psicofisica e di non soffrire di patologie che possano offuscare la capacità di intenere e volere e non risultare dipendenti da alcool o droghe.

In più l'Italia regolamenta in maniera abbastanza precisa il possesso delle armi, tuttavia soventemente ci assalgono parecchi dubbi su quello che possiamo fare e/o detenere in Italia.
Spesso quello che sappiamo sulle armi è per sentito dire o per luogo comune. Abbiamo pensato, quindi, di cercare di far chiarezza in merito racchiudendo le principali domande per rendere disponibile a chiunque tutto quello che deve sapere sulle armi, sulla loro detenzione e sulle relative munizioni....

La coldiretti lancia un appello alla Regione Calabria.

Coldiretti Emergenza CinghialiTroppi cinghiali e contenerli rientra nelle competenze della Regione. I danni alle coltivazioni sono in aumento, è a rischio anche la sicurezza dei cittadini ed i problemi sanitari sono ormai una costante.

La Coldiretti indica alla Regione come procedere avvalendosi della Legge Regionale del 17 maggio 1996 n° 9 “Norme per la tutela e la gestione della fauna selvatica e l’organizzazione del territorio”.
La normativa stabilisce che la Regione Calabria, con metodi di razionale programmazione, disciplina la tutela della fauna selvatica e l’attività venatoria; pianifica l’attività faunistico -venatoria del territorio agro-silvo -pastorale regionale; predispone il Piano Faunistico Venatorio.
Cavi Alta Tensione EnelIn occasione dell'apertura generale della caccia Enel, il maggior gestore elettrico italiano, ha ricordato ai cacciatori di non sparare a cavi elettrici ed infrastrutture presenti in campagna. L'appello è rivolto ai cacciatori più esperti affinché istruiscano e vigilino anche i giovani alla correttezza ed alla sicurezza.

Mai lasciarsi andare dall'entusiasmo e dalla foga. Se vediamo selvatici posati su tralicci o cavi, anche se prede facili, non lasciamoci tentare e non spariamo. I pallini possono creare danni ai cavi che non è detto si presenti subito, ma possono compromettere le guarnizioni esterne arrecando danni anche dopo mesi di distanza.