Solo registrandoti puoi accedere a tutti gli articoli e alle utili funzionalità riservate. Cosa aspetti? La registrazione è facile e totalmente gratuita!

Registrati - FAQ sito - Contattaci - Chi siamo

Martedì, 13 Ottobre 2020 07:05

Anche il "divin codino" usa panda

Scritto da

Uno dei più grandi calciatori italiani campione dentro, ma soprattutto fuori dal campo

Siamo soliti rappresentare i calciatori di Serie A come personaggi fuori dal mondo comune a fare la bella vita fra macchine sportive, abiti firmati, belle donne e hotel di lusso.
I veri grandi campioni, tuttavia, non perdono mai il contatto con la vita comune fatta di sacrifici, quotidianità ed anche lavori umili.

Probabilmente per questo la foto di Roberto Baggio, postata in questi giorni su instagram dalla figlia e ricondivisa dalla pagina facebook "“Chiamarsi Bomber" ha fatto letteralmente impazzire i fans.
Il divin codino che ha infiammato gli stadi con quell'eleganza con sui superava avversari uno dietro l'altro per poi metterla in rete ha sempre trasmesso un'immagine sana del calcio fatta di tanti sacrifici e dolori con quelle sue povere ginocchie che faticavano non poco a completare i 90 minuti.

Roberto Baggio è anche un grande cacciatore e non ha mai nascosto la sua passione nonostante l'odio ricevuto di qualche ambientalista estremista.
Un vero grande cacciatore come ripreso anche dalla foto rimbalzata con i social in cui viene ripreso, come una persona normalissima, mentre lavora nel giardino intorno alla sua vecchia Fiata Panda 4x4 (la macchina per eccellenza del cacciatore..) vettura alla portata di tutti e che non ti aspetti da un campione del suo calibro.
Mercoledì, 07 Ottobre 2020 07:50

Fiocchi acquisisce il 100% della Baschieri & Pellagri

Scritto da

Nasce un colosso delle cartucce a livello europeo ed internazionale

Due grandi e storiche aziende italiane nell'ambito della produzione di cartucce e componenti si uniscono e creano un leader europeo nel segmento della caccia e tiro, nonchè l'unico gruppo a livello mondiale con una piattaforma integrata verticalmente con notevoli sinergie e vantaggi competitivi.

La Fiocchi, azienda leader italiana nel settore, fondata a Lecco nel lontano 1876 annuncia di aver sottoscritto il contratto per l’acquisizione del 100% di Baschieri & Pellagri, fondata a Marano di Castenaso (Bologna) nel 1885 e specializzata nella produzione di cartucce di alta gamma per il segmento caccia e tiro.
Martedì, 06 Ottobre 2020 21:47

ATC Lazio

Scritto da
ATC Lazio Il Lazio, regione dell'Italia centrale, si colloca sul versante medio-tirrenico e occupa 17232 km² di territorio italiano, estendendosi dagli Appennini al mar Tirreno.
Il territorio non presenta caratteristiche fisiche omogenee, anzi si caratterizza per la sua eterogeneità, con prevalenza di zone montuose e collinari; le pianure si trovano per lo più in prossimità della costa.

È una regione prevalentemente collinare: il 54% del suo territorio è occupato da zone collinari, il 26% da zone montuose ed il restante 20% da pianure.

Domenica, 04 Ottobre 2020 20:19

Marche, il TAR blocca il prelievo a tre specie

Scritto da
Pavoncella Sospesa la caccia marche Si torna di nuovo in tribunale nelle Marche. Lo scorso luglio il TAR aveva dato alla regione in merito al ricorso presentato da alcune associazioni ambientaliste.

Nonostante ciò, Lega per l'abolizione della Caccia e l'Associazione Vittime della Caccia tornano davanti gli organi giudiziari per impugnare il Calendario Venatorio 2020/2021 della Regione Marche.
Questa volta il TAR accoglie in parte il ricorso e con i decreti n°299 e n°300 del 2 ottobre ha sospeso la caccia alle specie:Moriglione, Pavoncella e Combattente.

Confagricoltura: "Gli animali distruggono le coltivazioni. Iniziativa indispensabile"

Toscana i cacciatori per contrastare l'emergenza cinghiali Con la Delibera 843 dello scorso luglio la giunta regionale ha introdotto la possibilità di cacciare il cinghiale, al di fuori delle aree non vocate per il periodo ottobre-dicembre, anche in braccata con l'aiuto dei cani.

La concessione prevede due giorni massimo alla settimana, il lunedì ed il giovedì, con inizio dopo le ore 10.
Questo amplia le possibilità ai cacciatori che potranno cacciare i cinghiale anche nei pressi dei campi coltivati aiutando così a contrastare l'emergenza in corso ed aiutare gli agricoltori.