Solo registrandoti puoi accedere a tutti gli articoli e alle utili funzionalità riservate. Cosa aspetti? La registrazione è facile e totalmente gratuita!

Registrati - FAQ sito - Contattaci - Chi siamo

Domenica, 12 Agosto 2018 14:51

Ricetta Colombacci ai peperoni

Scritto da
Preparazione Colombacci Peperoni impiattamento Da buon appassionato di caccia al Colombaccio la tavola rappresenta il culmine di tutti gli sforzi compiuti per predare questo selvatico come astuto e diffidente.
Invitando spesso gli amici cerco sempre di inventarmi qualcosa e abbinare gusti ed ingredienti diversi sperando di trovare il giusto compromesso e soprendere i commensali.

Oggi ho provato ad abbinare i colombacci con i peperoni. Ho preso spunto dalle ricette tipiche del Lazio del pollo al peperone ed ho pensato sia un ottimo abbinamento!

Il peperone cuocendo rilascia acqua e questa va ad ammorbidire e aiuta a rendere più tenera e saporita la carne "addolcendola" e questi sono aspetti non trascurabili se si parla di selvaggina. La carne dei colombacci, infatti, tendenzialmente non è molto grassa, ma compatta e dura pertando richiede un'adeguata cottura e l'unione dei peperoni si sposa benissimo aiutando a rendere ancora più buono e saporito il piatto finale.

Per godersi la spiaggia distruggono colonia di uccelli marini

fraticello americano Sternula antillarum Il Fraticello americano (Sternula antillarum) è un piccolo uccello marino caratterizzato dal becco color giallo e dalla testa nera che a stento raggiunge i 40cm.
Risiede principalmente nell'America Centrale ed, in particolare, nel Golfo del Messico.

A causa della riduzione degli habitat, dell'inquinamento, e degli tanti disastri ambientali, con sversamenti di petrolio nei mari, degli ultimi anni la sopravvivenza del Fraticello Americano è a rischio tanto da essere dichiarata specie protetta dal Governo federale.

Purtroppo non esiste protezione dall'ignoranza e quello a cui hanno assistito alcuni ricercatori è l'emblema della stupidità umana.
Caccia Passione TramontiIl WWF, sezione Abruzzo, ha ufficialmente incaricato l’avv. Michele Pezone di predisporre un ricorso contro il calendario venatorio 2018-2019 improponibile così come approvato dalla Regione.
Secondo l'associazione concedere la caccia a settembre ha il solo scopo di accontentare la "parte più retrograda" del mondo venatorio e non andare incontro alle reali esigenze del territorio abruzzesi in termini di protezione e salvaguardia dell'avifauna.

Luciano Di Tizio, presidente WWF Abruzzo, ci tiene a sottolineare che la fauna, così come cita la normativa, è patrimonio indisponibile dello Stato e non cacciatori, pertanto, il calendario venatorio non può non ignorare le indicazioni dell'ISPRA e disporre a proprio piacimento tempi e modalità di prelievo.

Gli unici a farne le spese sono sempre e solo i cacciatori...

Ricorso Consiglio Stato Sospensione Calendario Venatorio Continuano le battaglie in tribunale tra associazioni ambientaliste e regioni sul tema del calendario venatorio.
Questa volta è la regione Umbria che si è rivolta al consiglio di stato per ribaltare la recente sentenza del TAR che ha sospeso la preapertura prevista nei giorni 2e9 settembre ed i periodi di prelievo per la caccia di selezione.

Il tutto a seguito del ricorso del 28 giugno presentato dal WWF contro la delibera con cui la regione ha approvato il calendario venatorio 2018/2019.

L'udienza davanti al Consiglio di Stata si terrà il 6 settembre e nel mentre è stato respinto il primo appello promosso dalla Regione, attraverso l'avvocatura regionale e l'intervento delle associazioni venatorie.
Sabato, 11 Agosto 2018 10:31

Calendario Venatorio 2018/2019 Regione Umbria

Scritto da
Cacciatore Preapertura GerardoSu proposta dell'Assessore alla Caccia Fernanda Cecchini, la Giunta umbra ha approvato il prossimo calendario venatorio. Per l'Assessore l'obiettivo è stato raggiunto riuscendo a garantire ai cacciatori di esercitare la propria passione venatoria in sintonia sia con le direttive europee, sia con le direttive sull'habitat e sulla biodiversità che in un territorio come l'Umbria rivestono una particolare importanza.
Il traguardo raggiunto è frutto del "confronto" che ha visto partecipare le associazioni venatorie, agricole e ambientaliste. Quest'ultime rappresentate dalla Consulta faunistica venatoria regionale e dall'Assessorato all'ambiente ed il territorio.

Le principali modifiche rispetto alla passata annata riguardano l'esclusione del prelievo del Merlo in preapertura e la variazione del periodo di caccia al Cinghiale che quest'anno andrà dal 6 ottobre al 6 gennaio.

Login

Mercatino

Magliette caccia Beccaccia
(Caccia / Abbigliamento)

Magliette caccia Beccaccia
09-18-2018

Strozzatori Midas cal12
(Armi / Accessori)

Strozzatori Midas cal12
09-15-2018

Strozzatori Rizzini
(Armi / Accessori)

Strozzatori Rizzini
07-17-2018

Ultimi commenti