Solo registrandoti puoi accedere a tutti gli articoli e alle utili funzionalità riservate. Cosa aspetti? La registrazione è facile e totalmente gratuita!

Registrati - FAQ sito - Contattaci - Chi siamo

I cacciatori chiamati a contenere i rischi infezioni da West Nile

Cornacchie posate cima albero La preapertura ha dato inizio alla caccia in Emilia Romagna anche se le condizioni meteo non hanno permesso di svolgere appieno le attività venatorie.
Comincia però a preoccupare il virus del Nilo Occidentale con oltre 300 casi registrati in tutta Europa la scorsa settimana di cui 114 solo in Italia (Grecia 41, Romania 61, Ungheria 38, Francia 6, Austria 8, Croazia 1 e Slovenia 1).

Questa malattia si trasmette con la puntura delle zanzara ed il serbatoio principale è rappresentato dagli uccelli selvatici ed in particolare dai dalle specie corvidi.
Per limitare, pertanto, la diffusione della malattia bisogna agire anche abbattendo i portatori sani.

Sabato, 01 Settembre 2018 11:19

Daniele Cusmai e Lega Foggia vicini ai cacciatori

Scritto da

Non sono cacciatore ma chi discrimina una categoria che per i territori è sempre stata una risorsa, solo per questione ideologica; crea solamente danni alle nostre comunità.

Daniele Cusmai LegaRiparte la stagione venatoria in Puglia ed in molte altre regioni d'Italia e nulla sembra cambiato rispetto agli scorsi anni.

Le tante promesse elettorali fatte sembrano essere rimaste tali e Salvini e company, che più di tutti, si sono dimostrati attenti ai problemi del settore venatorio hanno addosso gli occhi di tutti noi cacciatori.
Sarebbe ora di vedere qualcosa di concreto.

La Lega Foggiana si schiera, a gran voce, a favore della categoria venatoria con Daniele Cusmai, Segretario Provinciale Foggia Lega, che tramite i media locali dimostra tutto il suo appoggio ai cacciatori. Una categoria sempre più vittima di licenze costose, spazi e periodi limitati.
Lunedì, 27 Agosto 2018 20:08

LIPU parole dure contro il Calendario Venatorio Calabria

Scritto da

Moriglione Fra le specie a rischio secondo lipuLa LIPU di Rende attacca, tramite i media, la Giunta Regionale calabrese presieduta dall'Onorevole Mario Oliverio. Secondo l'associazione sia i Cacciatori, sia i rappresentati politici calabresi sono contro la salvaguardia dell'ambiente e lo dimostra l'attuale Calendario Venatorio Regionale approvato.

Secondo l'associazione è vergognoso che, ancora una volta, siano state concesse la preapertura al 1 settembre e posticipo al 10 febbraio.
Inaccettabile, sempre per l'associazione, sia concesso il prelievo a specie considerate in grave declino globale come Allodola, Combattente, Moriglione, Pavoncella, Moriglione, Tordo sassello e Tortora selvatica.
Domenica, 26 Agosto 2018 17:26

Marche, Calendario Venatorio 2018/2019

Scritto da

Il migliore d'Italia!

Marche Caccia 2018Anche quest'anno il Calendario Venatorio 2018/2019 della Regione Marche si conferma come il migliore d'Italia. I cacciatori marchigiani potranno godere di ben 7 le giornate di preapertura e 8 le specie cacciabili con posticipo a febbraio alle specie Colombaccio e Corvidi.

Molto interessanti le deroghe concesse alla specie Piccione selvatico, alla Tortora dal collare e alla specie Storno. Segno che nelle Marche si usa la testa e si lavora per limitare specie diventate ormai invase in molte aree con danni ingenti agli agricoltori.

Calendario che ha resistito anche ai tentativi di WWF e LAC di sospensione, ma per fortuna il ricorso è stato respinto dal TAR.
Domenica, 26 Agosto 2018 08:26

Chi è amico dei cacciatori lo dimostri

Scritto da

L’onorevole di Fratelli d’Italia, Maria Cristina Caretta, cacciatrice e presidente nazionale della Confederazione delle Associazioni venatorie italiane, si rivolge al governo, ed in particolare agli alleati della Lega, per pretendere concretezza e mantenere le promesse date ai cacciatori.

Tramite la sua pagina Facebook, l'onorevole, ha condiviso una lettera rivolta a tutte le forze politiche per impegnarsi e dare finalmente risposte ai tanti temi scottanti che ruotano attorno la caccia.

Staremo a vedere cosa accadra...

CACCIA. CARETTA (FDI): CHI E' AMICO DEI CACCIATORI LO DIMOSTRI - Roma, 24 ago. - "Chi e' amico della caccia e dei cacciatori lo deve dimostrare. Non bastano i proclami e le dichiarazioni roboanti per essere amici dei cacciatori, servono fatti concreti". E' quanto dichiara Maria Cristina Caretta, deputato di Fratelli d'Italia e presidente nazionale Confederazione delle associazioni venatorie italiane. "Sono passati alcuni mesi dall'insediamento del nuovo governo- aggiunge Caretta- ma non abbiamo ancora nessuna notizia della convocazione della Conferenza Stato/regioni per la ripartizione dei quantitativi delle specie cacciabili in deroga, condizione indispensabile affinche' le regioni che hanno fatto regolare domanda entro il 30 aprile u.s. possano applicare il regime di deroga nel rispetto di quanto previsto dall'art. 9 della Direttiva 2009/147/CE e dell'art. 19 bis della legge statale n. 157/92. Non abbiamo ancora nessuna notizia della convocazione della Conferenza Stato/regioni per la definizione del Piano nazionale di gestione del lupo, mentre i nostri territori sono flagellati dalla presenza incontrollata e dalla crescita esponenziale di questo grande carnivoro che sta mettendo in ginocchio i nostri allevamenti, sta provocando l'abbandono dei nostri pascoli da parte dei malghesi, sta distruggendo i positivi risultati conseguiti con il paziente lavoro di decenni di corretta gestione faunistica che ha portato ad un considerevole innalzamento della qualita' e quantita' delle varie specie di ungulati nel territorio nazionale".