Solo registrandoti puoi accedere a tutti gli articoli e alle utili funzionalità riservate. Cosa aspetti? La registrazione è facile e totalmente gratuita!

Registrati - FAQ sito - Contattaci - Chi siamo

Venerdì, 01 Febbraio 2019 06:38

Denunciati bracconieri grazie alle foto e video sui social

Scritto da

Commenti e foto sui social aiutano le operazioni dei carabienieri forestali

testa lupo bracconiereGrazie alle manie di protagonismo, di cui buona parte di noi soffre, è possibile arginare il fenomeno del bracconaggio. Commenti, foto ed a volte video si diffondono rapidamente sulla rete e grazie al lavoro certosino delle autorità è spesso possibile risalire ai colpevoli ed inchiodare delinquenti.
L'ultimo caso si è verificato nel Cuneese dove una foto che ritraeva la testa di un lupo, con tanto di coda e proiettile in bella mostra, ha portato le forze dell'ordine a casa di un "sedicente cacciatore". Oltre al macabro trofeo del lupo ritrovati anche un fagiano di monte imbalsamato ed un ordigno bellico detenuto senza alcun permesso.

Sempre l'operato dei carabinieri forestali ha portato, stavolta in Abruzzo, alla denuncia di tre bracconieri che suoi social condividevano il video mentre bloccavano e tentavano di investire, deliberatamente, un branco di cinghiali.

Quest'anno i morti in incidenti di caccia sono stati 1/3 in meno

Sicurezza caccia diminuiscono incidentiSi chiude con un po' di malinconia anche questa stagione ed è interessante apprendere che il trend degli incidenti è in netto calo con un aumento significativo della sicurezza. Tema, quest'ultimo, assai delicato e in particolar modo sotto la lente dell'attenzione da parte dei mass media e dei non favorevoli alla caccia.

Durante l'arco dell'ultima giornata da caccia, dal 1° settembre 2018 al 30 gennaio 2019, in tutta Italia, sono stati 12 i decessi, di cui 2 non cacciatori (pari al 17% del totale), durante gli incidenti di caccia. 50 i feriti, di cui 13 non cacciatori. Questi dati sono nettamente migliori rispetto alla stagione precedente. Rispettivamente siamo a -33% e -17% rispetto alla stagione 2017/2018.
Pagina 1 di 163