Solo registrandoti puoi accedere a tutti gli articoli e alle utili funzionalità riservate. Cosa aspetti? La registrazione è facile e totalmente gratuita!

Registrati - FAQ sito - Contattaci - Chi siamo

I colori per avere il pieno controllo delle cartucce e semplificare la vita...

Cartucce Calibro20 gialleUn caro lettore ci ha posto un'interessante domanda chiedendoci come mai quasi tutte le cartucce del calibro 20 sono gialle.
Molti di noi, soprattutto chi ricarica o usa il calibro 12 sono spesso portati a distinguere le varie cartucce immediatamente grazie al colore del bossolo. Nel calibro 20 non è così, quasi tutte le ditte sfruttano bossoli di color giallo ed i più distratti tendono a mischiare le cartucce.

Ricordo un bel pomeriggio al rientro dei Tordi. Il passo era molto buono ed un caro amico amante del 20 sparava a più non posso e a volte non aveva neanche il tempo di ricaricare che subito transitava un altro tordo.
Dopo un po' mi avvicino e noto con dispiacere che per la fretta e l'agitazione questo mio amico prendeva rapidamente le cartucce dalle tasche e senza guardarle le incamerava. A terra oltre alle classiche cartucce piombo 10 capitava di vedere anche qualche corazzata piombo 5 o 3.
Ovviamente ai Tordi non importava più di tanto, ma un pochino al portafoglio si.

Guardia LIPU dichiara il falso e mette nei guai cacciatore

La Bellissima Isola IschiaA controllare i cacciatori, oltre a polizia, carabinieri, gruppo polizia provinciale e molti altri organi competenti, pochi sanno che esistono altri nuclei di guardie venatorie e zoofile. Oltre a tutte queste autorità vi sono anche moltissimi volontari, legati alle associazioni venatorie ed ambientaliste, che si prefissano l'obiettivo di far rispettare le leggi e salvaguardare il territorio.

Tuttavia capita anche che l'obiettivo di alcuni volontari non sia espressamente far rispettare le leggi, ma ostacolare il più possibile le attività dei cacciatori. Alcuni cercano di appigliarsi ad ogni cavillo normativo pur di cercare di sollevare contenziosi ed emettere multe salate. Spesso si devono far intervenire le autorità e si può arrivare anche di fronte ai giudici competenti.
Mercoledì, 05 Settembre 2018 23:10

Recensione RIO Royal 32g

Scritto da

rioroyal32La stagione è ripartita e speriamo sia pieno di gioia.
La preapertura è una prova un po' per tutti. Si riprende dopo la pausa ed il caldo afoso non aiuta nè i nostri riflessi nè le munizioni.

Quest'anno ho provato una cartuccia di cui ho sempre sentito ben parlare per i climi caldi siciliani della preapertura e dal prezzo davvero interessante.

La cartuccia in questione è della RIO, nota casa spagnola, dalle munizioni che badano al sodo senza troppo impressionare e con un ampio catalogo a disposizione per ogni esigenza.
Per la caccia in preapertura, spinto dalla curiosità, ho puntato la ROYAL, una 32g più che ideale per le Tortorelle ed i Colombacci col caldo afoso.
Domenica, 09 Settembre 2018 12:00

Nuovo Decreto armi applica le direttive Europee

Scritto da

L'Italia si allinea alle direttive europee in tema di armi e tracciabilità

Direttiva Armi 104L'Italia è la prima nazione che ufficializza di essersi adeguata alle direttive europee sulle armi.
Il Governo Gentiloni, proprio sul finire del mandato, aveva già emanato un decreto armi, poi non convertito in legge anche per l'insediamento del nuovo del governo. Giorno 8 settembre, sulla Gazzetta Ufficiale, è stato pubblicato il Decreto Legislativo 104 del 10 agosto che applica, nel nostro paese, le Direttive Europee.

Il Decreto entra in vigore dal 14 settembre, ma ha valore retroattivo dal 13 giugno 2017 come previsto dalla Direttiva Europea. Gazzetta Ufficiale: Decreto Legislativo 104 del 10 agosto 2018.

I cacciatori chiamati a contenere i rischi infezioni da West Nile

Cornacchie posate cima albero La preapertura ha dato inizio alla caccia in Emilia Romagna anche se le condizioni meteo non hanno permesso di svolgere appieno le attività venatorie.
Comincia però a preoccupare il virus del Nilo Occidentale con oltre 300 casi registrati in tutta Europa la scorsa settimana di cui 114 solo in Italia (Grecia 41, Romania 61, Ungheria 38, Francia 6, Austria 8, Croazia 1 e Slovenia 1).

Questa malattia si trasmette con la puntura delle zanzara ed il serbatoio principale è rappresentato dagli uccelli selvatici ed in particolare dai dalle specie corvidi.
Per limitare, pertanto, la diffusione della malattia bisogna agire anche abbattendo i portatori sani.