Solo registrandoti puoi accedere a tutti gli articoli e alle utili funzionalità riservate. Cosa aspetti? La registrazione è facile e totalmente gratuita!

Registrati - FAQ sito - Contattaci - Chi siamo

La licenza ancora valida non va consegnata all'amministrazione

Con la circolare allegata alla fine di questo articolo, il Ministero dell'Interno chiarisce, nero su bianco, che all'atto di rinnovo del porto d'armi, gli uffici predisposti, Carabinieri o Polizia, non possono richiede di consegnare la licenza ancora valida.
Questo perchè la licenza è ancora in corso di validità e rappresenta un abuso, eventualmente sanzionabile, l'obbligo di riconsegnare, in questi casi, il documento valido.

Si mette così fine ad una prassi un po' diffusa di Questure, Commissariati e stazioni dei Carabinieri che sino ad oggi hanno spesso obbligato il titolare di porto d'armi, ancora in corso di validità, a consegnare il documento in attesa della pratica di rinnovo.
Andare a caccia con Gerardo novitaLo scorso 26 giugno il Consiglio regionale della Lombardia ha accolto, dopo tante sollecitazioni da parte dei Consiglieri a favore della caccia, le proposte presentate lo scorso 19 maggio.
Gli emendamenti approvati vanno a modificare la legge regionale n° 26 del 1993. Quest'ultima regolamenta e disciplina l'attività venatoria in regione e la protezione della fauna selvatica.

Importanti le novità introdotte come l'utilizzo dei capi ad alta visibilità per la caccia alla stanziale, cinghiale compreso, e per le guardie venatorie volontarie. Quest'ultima modifica ha suscitato non poche polemiche, ma l'intento della norma è chiaro ed intende andare ad aumentare il livello di protezione delle guardie. L'altro lato della medaglia molto criticato è il rischio di ridurre l'efficacia stessa del controllo rendendo facilmente riconoscibile la guardia anche da lontano.

No al fucile, ma si a esplosioni i controsensi della lotta alla violenza

bugs bunny taddeo looney toones Da sempre gli USA fanno i conti con atti di violenza ed armi da fuoco.
Gli Stati Uniti sono da sempre il paese con la percentuale più alta di civili armati, il 42%, e il lato negativo della medaglia è che ogni giorno nel paese circa 96 persone perdono la vita per mano di una pistola o un fucile.

Molte di queste vittime sono giovani ed aumentano anche le stragi di massa.
Una situazione paradossale che si contrappone con il diritto di armarsi e detenere una pistola, questione molto sentita dagli americani per difendere e tutelare la propria libertà.

Tutti i cittadini, infatti, sono liberi di tenere armi da fuoco e probabilmente la semplicità con la quale un americano può ottenere una pistola o un fucile fa sembrare di essere ancora nei tempi del far-west.
Lunedì, 08 Giugno 2020 22:46

Le migrazioni degli uccelli

Scritto da
Le incredibili migrazioni degli uccelliQuando non a caccia, appena posso, scappo ad osservare gli uccelli nel loro habitat e imparare le loro abitudini. Un argomento che mi ha sempre impressionato di questi animali è la loro migrazione.
Un fenomeno per certi versi strano e assurdo che porta questi animali a viaggiare per migliaia di chilometri sempre nello stesso periodo o sempre nelle medesime zone anche se sono al loro primo anno di vita e non hanno mai viaggiato.

Cosa si nasconde dietro la migrazione? perché gli uccelli migrano? si spostano di giorno o di notte? e soprattutto come fanno ad orientarsi?

In questo articolo cercherò in maniera semplice e veloce di spiegarti la migrazione degli uccelli... Partiamo subito col capire cosa si nasconde dietro la parola migrazione.
Calendario venatorio toscana 2020 2021Approvato il calendario venatorio che regolamenterà la prossima stagione venatoria in Toscana.
Poche le novità rispetto lo scorso anno se non una piccola attenzione per quei cacciatori specializzati alla caccia all'allodola e che detengono richiami vivi.
Quest'ultimi, infatti, potranno prelevare il doppio delle allodole rispetto agli altri e, quindi, vedono i limiti di carniere portarsi a 20 capi giornalieri per un massimo stagione di 100 capi.
Una piccola attenzione che probabilmente permetterà di mantenere ancora viva la classica caccia all'allodola con i richiami vivi e ne giustifica, in parte, le fatiche e le spese necessarie.
Anche quest'anno, con parere favorevole dell’ISPRA, la regione ha autorizzato su tutto il territorio toscano il prelievo in deroga dello storno, dopo cinghiale e capriolo la terza specie maggiormente responsabile dei danni all'agricoltura con ben 1,5 milioni di danni accertati nel periodo 2004-2019.
Unica novità, rispetto le passate stagioni, l'obbligo dell'uso del tesserino per quei cacciatori che vogliono aderire al prelievo dello storno.

Login

Ultimi commenti